Mille Miglia 2019 Mercedes: le icone della Stella per i 125 anni di Motorsport

Mercedes-Benz festeggia "125 anni di Motorsport" sulle strade della Corsa più bella del mondo.

14 maggio 2019 - 9:00

Mille Miglia 2019 Mercedes – Una gara di puro fascino e passione: questa è la 1000 Miglia. L’heritage della Stella torna sulle strade della leggendaria competizione. Mercedes-Benz schiererà alla partenza numerose icone che hanno segnato la storia della Casa di Stoccarda.

L’occasione per festeggiare “125 anni di Motorsport”: un anniversario che ci riporta al 1894, alla prima gara automobilistica della storia, da Parigi a Rouen, vinta da vetture con motore Daimler. Ad inaugurare la 1000 Miglia sarà, infatti, una Mercedes-Benz 300 SLR (W 196 S) guidata da Hans Herrmann, affiancato da Bernd Mayländer, pilota ufficiale della Formula One Safety Car.

Un momento di grande emozione che rimanda i ricordi degli appassionati al 1955, quando Herrmann partecipò alla competizione su una vettura sportiva identica. La gara fu poi vinta da Stirling Moss e Denis Jenkinson a bordo di una 300 SLR, con il tempo record di 10 ore, 7 minuti e 48 secondi, che insieme alla leggendaria vittoria di Rudolf Caracciola nel 1931 rimane una delle pietre miliari della Stella alla 1000 Miglia e nella storia dei 125 anni di Motorsport.

Mercedes-Benz parteciperà con diverse 300 SL ‘Gullwing’ (W 198) della collezione Mercedes-Benz Classic. Ideali ambasciatrici dei successi nelle competizioni degli anni ’50 e la vittoria di categoria della 300 SL “Gullwing” nella 1000 Miglia del 1955.

Oltre ad Hans Herrmann, tra i protagonisti di questa edizione Ellen Lohr e Bernd Mayländer. Quest’anno Ellen Lohr sarà in team con la giovane Sophia Flörsch, attualmente una delle top driver tedesche di maggior successo. Nel 2018 ha partecipato al FIA F3 European Championship; nel 2019 prenderà parte alla sua prima stagione completa nel Formula Regional European Championship. Alla 1000 Miglia il team femminile guiderà una 300 SL.

Bernd Mayländer, al volante di una 300 SL ‘Gullwing’ sarà, invece, in gara insieme a Michael Diamond, meglio conosciuto come Mike D. dei ‘Beastie Boys’, che non ha mai celato la sua grande passione per le vetture di Affalterbach. Lo stilista, collezionista di auto sportive e autore Magnus Walker guiderà un’altra ‘Gullwing’ attraverso l’Italia. Nel 2018, Walker ha già partecipato al Silvretta Classic Rallye, scoprendo il piacere di guidare una ‘Ali di Gabbiano’.

Tra gli eventi che arricchiscono il programma della 1000 Miglia, una nuova edizione del Mercedes-Benz 1000 Miglia Challenge 2019, che vedrà i partecipanti, provenienti da nove paesi con circa 40 supercar, sfidarsi sullo stesso percorso delle vetture d’epoca. Sono ammesse a questa ‘gara nella gara’ le Mercedes-Benz SL di differenti generazioni, le sportive firmate Mercedes-AMG e modelli di particolare rilevanza storica.

Assoluta protagonista della Mille Miglia 2019 Mercedes anche una 300 SL ‘Gullwing’ del 1954. Sogno degli appassionati di tutto il mondo, l’esemplare proposto è dei primi mesi di produzione, con le lance imbullonate sul parafango e ventilazione interna. La livrea è nel classico grigio argento (DB 180) e il rivestimento sedili in blu a quadretti. Il veicolo, di proprietà di Daimler AG dal 1990, ha un pass FIA ed è quindi idoneo a partecipare ad eventi di alto livello come la 1000 Miglia. Dopo un ampio restauro parziale si presenta in una condizione visivamente nuova.

Mille Miglia 2019 Mercedes: Mercedes-Benz 300 SLR (W 196 S, 1955)
La 300 SLR (W 196 S) è stata sviluppata da Mercedes-Benz per il campionato mondiale del 1955 partendo dall’auto da corsa da Formula 1, la W 196 R. Oltre alla carrozzeria biposto, la differenza principale è nel motore: l’auto da corsa non è obbligata al rispetto del limite di cilindrata del regolamento di Formula 1 ed è dotata di una versione da tre litri dell’otto cilindri in linea. Inoltre viene alimentata non con carburante speciale per corse, ma con normale benzina super.

Il suo elevato potenziale di potenza, robustezza e affidabilità rendono la 300 SLR di gran lunga superiore alle sue rivali del 1955: cosa che viene dimostrata dalla doppia vittoria nella Mille Miglia, nella corsa dell’Eifel, nel Gran Premio di Svezia e nella Targa Florio (Sicilia), nonché con la triplice vittoria nel Tourist Trophy in Irlanda e infine con la vittoria nel Campionato Mondiale delle auto sportive.

Mille Miglia 2019 Mercedes: Mercedes-Benz 300 SL ‘Ali di gabbiano’ (W 198, 1954-1957)
Nel febbraio 1954 la vettura sportiva di serie 300 SL (W 198) fa il suo debutto all’International Motor Sport Show di New York. Per la presenza delle caratteristiche porte incernierate sopra il tetto il coupé viene anche definito “Gullwing” (Ali di gabbiano) o “Papillon” (Farfalla). La sportiva ad alte prestazioni si basa sul leggendario modello da competizione 300 SL (W 194) della stagione 1952 ed è la prima auto di serie ad essere dotata di motore a quattro tempi e iniezione di benzina.

Con una potenza del motore di 158 kW (215 CV) – oltre il 25% in più rispetto alla versione da gara del 1952 dotata di carburatore – e una velocità massima di 250 km/h, la W 198 figura tra le più importanti vetture sportive di serie della sua epoca, votata quindi all’impiego nel Motorsport. Leggendaria resta la triplice vittoria conseguita dalla 300 SL “Ali di gabbiano” nella sua classe alla Mille Miglia del 1955.

A bordo dell’auto con numero di partenza 417 (che sta per l’ora della partenza, 4:17), John Cooper Fitch e il copilota Kurt Gessl si aggiudicano il quinto posto nella classifica generale e il primo posto nella classe delle vetture sportive di serie con cilindrata superiore a 1,3 litri, seguiti da altre due “Ali di gabbiano”. Dal 1954 al 1957 la 300 SL “Ali di gabbiano” viene prodotta in 1.400 esemplari, di cui ben 867 nel 1955, anno della vittoria alla Mille Miglia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Garmin Overlander: il navigatore per chi ama viaggiare off-road

David Gandy Jaguar XK120: il restauro tailor made

Smart Air Purification Hyundai: aria pulita a bordo.