A Milano il “collettivo delle SuVversivə” taglia le gomme ai SUV, per l’ambiente

Gianluca Pezzi
20/01/2023

A Milano il “collettivo delle SuVversivə” taglia le gomme ai SUV, per l’ambiente

Attivisti ambientali tagliano le gomme ai SUV a Milano, con tanto di rivendicazione a nome del fantomatico “collettivo delle SuVversivə” del quale però al momento non abbiamo trovato traccia in rete.

Come si dice in questi casi, c’è stato un “salto di qualità” nell’operazione di vandalismo, perchè se qualche mese fa avevamo parlato di pneumatici sgonfiati, poi di gomme bucate con il trapano a mezzi commerciali da parte di gruppi vegani, ora oggi si parla di veri e propri tagli anche alle auto private.Qui sotto il video di una delle “imprese” avvenuta in Inghilterra.

Ma perchè? Perché, secondo il volantino di rivendicazione pubblicato da Il Giornale, i punti chiave del gesto sarebbero, in maniera assolutamente arbitraria:

  • Maggior rischio di incidenti gravi
  • Occupazione dello spazio
  • Inquinamento dell’aria

Quindi, la sentenza di condanna automatica, con gomme a terra. Ma attenzione, perchè gli autori ci tengono anche a dire con atteggiamento sprezzante di non prenderla sul personale. Loro che “non ce l’hanno” con il proprietario, ma con l’auto di lusso.

Considera l’arroganza che deriva dal possedere un SUV e la criticità dell’emergenza climatica, riteniamo che azioni non violente come questa siano diventate necessarie, in fondo conviene anche te.

Adesso che hai letto questo volantino pensi che abbia ancora senso possedere un Suv? Le città possono diventare uno spazio a misura di persona anziché a misura di Suv? Secondo noi si, iniziamo attaccando il lusso.

Ma è una lotta per l’ambiente, per le città o contro il lusso? Ma davvero una T-Roc ed una Lexus sono considerate “auto di lusso”? C’è qualcosa che non va in tutto questo ragionamento, e ne è una prova il volantino, dove sembra chiaro che gli autori abbiano poche idee, ma confuse.

Non si capisce dove abbiano preso i dati sulla mortalità in base alle dimensioni del mezzo. Se fosse così andrebbero tolti dalla circolazione tutti i camion, i furgoni, i trattori, le betoniere e così via. Non solo, perchè parlando di sicurezza, i SUV moderni hanno a bordo sistemi automatici che sicuramente hanno evitato incidenti stradali.

Sull’occupazione dello spazio vale lo stesso discorso fatto qui sopra. Certo, nessuno vieta di fare come in Giappone e tassare in base allo spazio occupato, ma certamente ci finirebbero di mezzo anche berline e station wagon.

Inquinamento dell’aria? Si, ci può stare. A patto di mettere dentro anche tutti gli altri mezzi di terra, di mare e dell’aria. Questione che ci porta ad un’altra considerazione…

gomma sgonfia

Volantini non etici ed inquinanti, per operazioni inquinanti

Volendo essere puntigliosi, per il bene dell’ambiente ovviamente, diciamo che il volantino suscita molte perplessità. Chissà da dove viene la carta, da dove viene l’inchiostro, da dove viene la stampante e da dove viene il computer usato per il volantino.

Vuoi vedere che si tratta di prodotti che hanno fatto il giro del mondo su navi portacontainers super inquinanti? Alla faccia dei paladini dell’ambiente, che avrebbero potuto usare carta e penna a km 0 ed evitare uno spreco di risorse con la relative tonnellate di CO2 rilasciate nell’aria che loro dicono di difendere.

A proposito di inquinamento e di ambiente, quanto cosa in termini ambientali il taglio delle gomme? Mettiamo in elenco gli pneumatici da buttare e quelli da cambiare, minimo due per auto. L’arrivo di un carro attrezzi con il trasporto presso il gommista, perchè non tutti hanno la forza, la capacità o la possibilità di usare il cric e sostituire la gomma tagliata. A questo aggiungiamo come minimo il lavoro del gommista e la strada per tornare alla posizione originale. Il calcolo non è semplice, ma la domanda rimane: quanto è costata all’ambiente la “geniale” operazione del collettivo?

gomme sgonfie Tyre Extinguishers

Si, sono atti violenti

Nonostante il proclama del volantino, va detto che tagliare o sgonfiare lo pneumatico di un’automobile è un atto violento, ed essendo indiscriminato potrebbe essere considerato terroristico. Un cittadino inerme subisce un atto vandalico, non potendo utilizzare la propria auto magari in un momento di estrema necessità o urgenza.

I paladini dell’ambiente anti SUV non ammettono sconti pur di esercitare un potere sinistro sulle altre persone. Impedire il movimento e la libera circolazione è un atto di violenza subdola, che non prevede “percosse”, ma che riduce chi lo subisce in uno stato psicologico decisamente sgradevole.

Chiudiamo con una delle frasi finali del volantino, bizzarra quanto esplicativa del caos mentale di chi l’ha scritto:

Forse non sai ma SUV sta per Sport Utility Vehicle. allora anche la bici è un SUV!

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram