Nissan Ariya, il primo crossover coupé 100% elettrico di Nissan, è il primo veicolo a presentare il nuovo logo.

Nuovo logo Nissan: fluido, familiare e digitale

L'identità del logo si adatta al mondo che cambia ed è connotato da un’anima fisica e una digitale.

15 luglio 2020 - 13:00

Nell’era in cui siamo sempre più connessi tramite i nuovi sistemi digitali con la possibilità di un accesso sempre maggiore a informazioni e conoscenze era necessario per la casa automobilistica giapponese di presentare il nuovo logo Nissan.

Negli ultimi 20 anni, il logo Nissan ha rappresentato non solo veicoli, ma anche un’identità, un biglietto da visita del brand verso i propri clienti. Per decenni, il logo storico è rimasto fedele alla filosofia del suo fondatore Yoshisuke Aikawa esprimendo il concetto di “Shisei tenjitsu o tsuranuku” ovvero “Se hai una ferma convinzione, sei in grado di penetrare anche il sole”.

Fedele a questo concetto, ora il nuovo logo Nissan si evolve e riflette i cambiamenti della società degli ultimi due decenni, aprendo la strada ad una nuova era. Il nuovo logo esprime contemporaneamente le due essenze, quella del futuro e della tradizione, rimanendo ancorato al suo spirito di innovazione. Il nome dell’azienda è al centro, per rendere il marchio immediatamente riconoscibile, evocando sia i successi e i ricordi del passato sia il nuovo senso di evoluzione.

Nuovo logo Nissan: il processo di progettazione

Il percorso è iniziato nell’estate del 2017, quando Alfonso Albaisa, Nissan Senior Vice President Global Design, ha iniziato a pensare a potenziali evoluzioni del logo e dell’identità del marchio. Ha costituito una squadra di progettazione guidata da Tsutomu Matsuo, Deputy General Manager Nissan Advanced Design Department, con l’obiettivo di realizzare uno studio completo. Alfonso Albaisa ha disegnato l’anima “sottile, leggera e flessibile” per poi condurre Tsutomu Matsuo e il suo team nei loro studi di strutturazione.

Negli ultimi due anni, il team ha disegnato e proposto diversi progetti, tenendo sempre in considerazione anche le parole del fondatore Aikawa: “passione, innovazione, sfida”. La squadra di progettazione ha preso in esame diverse soluzioni, tra cui che il logo dei futuri modelli elettrici si illumini.

Poi sono state affrontate sfide tecniche, come le dimensioni del contorno del logo: per garantire un effetto nitido e la conformità alle normative per gli elementi illuminati delle auto. Inoltre, il logo deve essere ben riconoscibile anche quando è spento o stampato, sia su carta, ma anche in formato digitale. A prescindere dal mezzo, il nuovo logo rappresenta Nissan in modo inequivocabile e impattante.

Dopo molti schizzi e diversi modelli, il risultato è un logo con un’impressione bidimensionale, che riproduce il senso di leggerezza e flessibilità, come di sospensione fra più mondi. Il processo è iniziato in 3D per essere poi sviluppato in 2D: il badge del marchio illuminato è stato prima disegnato, estraendo l’area illuminata per rappresentare il marchio in forma 2D.

L’effetto complessivo della riprogettazione del logo è la transizione da un aspetto spigoloso a un aspetto fluido, familiare e digitale. Segna l’evoluzione di Nissan non solo come produttore di veicoli tradizionali ma anche come fornitore di mobilità e servizi.

Il nuovo logo debutta a metà luglio, sia nei veicoli sia nella comunicazione. I veicoli elettrici di Nissan saranno caratterizzati da un esclusivo logo illuminato da 20 LED (il numero di anni che intercorrono tra le riprogettazioni), l’importante segno visivo di come Nissan sta progredendo verso un futuro elettrificato.

Nissan Ariya, il primo crossover coupé 100% elettrico di Nissan, è il primo veicolo a presentare il nuovo logo. Come icona della Nissan Intelligent Mobility – progettata per rappresentare pienamente i tre pilastri di Intelligent Driving, Intelligent Power e Intelligent Integration – Ariya, oltre ad incorporare il nuovo logo, ha esercitato un’influenza chiave sulla sua progettazione.

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

richard hammond

Richard Hammond è nell’occhio del ciclone per le modifiche fatte al suo castello

concessionario auto

Vendevano auto ma non le consegnavano: due arresti

Hopium Machina

Arriva Hopium Machina, la berlina francese alimentata a idrogeno in 1000 esemplari