Non paga il parcheggio sulle strisce blu perchè non esce di casa per il coronavirus

Gianluca Pezzi
11/03/2020

Non paga il parcheggio sulle strisce blu perchè non esce di casa per il coronavirus

A Gorizia un uomo ha contestato la multa perché impossibilitato ad uscire di casa per il coronavirus.

Sembra impossibile, ma dopo la donna che è passata con il rosso finegendo di avere contratto il virus, ecco qualcun altro che accampa la scusa del coronavirus. Questa volta è un parcheggio sulle strisce blu, che il proprietario dell’auto avrebbe dovuto pagare.

Invece, come riporta la Rai, l’uomo avrebbe denunciato l’illegittimità della contravvenzione per la sosta senza l’esposizione del tagliando. Era rimasto a casa seguendo gli ordini relativi all’emergenza del coronavirus, ed è questo il motivo del mancato pagamento. A questo punto la domanda è: se è sempre rimasto in casa, come ha fatto a contestare la multa?