Ennesimo episodio di ciò che non dovrebbe accadere sulle nostre strade, per colpa di chi se ne infischia completamente sia del codice della strada, sia delle responsabilità verso gli altri automobilisti. E’ finita nelle corse ore la “carriera” di un giovane di nazionalità peruviana, che ha collezionato più di 5.000 € di multe.

Il filotto di divieti infranti in questo caso è da record. L’automobilista doveva essere fermato dalla Polizia Locale di Roma Capitale durante i controlli di routine per verificare il rispetto del divieto di circolazione dopo le 22.00 per l’emergenza coronavirus. Anziché fermarsi, il giovane non rispettava l’alt degli agenti, accelerando e passando con il semaforo rosso.

E’ stato successivamente bloccato su Grande Raccordo Anulare, dove dagli accertamenti è emerso che l’uomo non aveva la patente perché non l’aveva mai conseguita. Gli sono state contestate le infrazioni nonché il fermo amministrativo dell’automobile, oltre all’inosservanza delle disposizioni anti-contagio. Le sanzioni accumulate superano i 5.000 euro.

Da ricordare che, oltre alle sanzioni, in caso di incidente con guida senza patente si è tenuti a risarcire personalmente i danni.

 

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.