James May Our man in Japan

James May ha venduto la sua Toyota Mirai perché difficile da usare

James May era possessore di una Toyota Mirai, che amava molto, ma che ha dovuto vendere.

11 marzo 2021 - 8:00

Quale potrebbe essere una delle auto preferite di James May? A quanto pare, la Toyota Mirai, di cui era uno dei pochi(ssimi) possessori. Era, perché il conduttore di The Grand Tour, Our Man in Japan e Oh Cook! ha deciso di vendere la sua auto a idrogeno perché troppo difficile da usare, e questo ovviamente a causa della mancanza di infrastrutture nel Regno Unito.

Una decisione presa con rammarico, in quanto a May la sua Mirai – oggi giunta alla seconda generazione – gli era molto cara.

Il Regno Unito non è pronto per l’idrogeno

Parlando a DriveTribe, James May ha dichiarato che per molti versi, la Toyota Mirai era una delle auto più belle che abbia mai posseduto, ma si è detto pronto a passare ad altro perché difficile da usare ogni giorno, vista la scarsità di stazioni di ricarica. Naturalmente, il conduttore britannico è consapevole dei 152 CV della vettura, che però ha apprezzato per la buona crociera, per la dolcezza, la silenziosità e, in generale, un’esperienza piacevole.

Ce l’ho da un po’, e penso che le auto siano come la moda: devi andare avanti” ha dichiarato May a DriveTribe. Il vero problema è, però, che in Regno Unito ci sono appena 11 stazioni di idrogeno, ed erano 8 quando May ha comprato la Mirai. Una situazione comunque già migliore di quella italiana, che dispone di una sola stazione, a Bolzano, ma molto peggiore a quella della Germania, o del Giappone, dove le infrastrutture per il rifornimento di idrogeno sono già centinaia.

May considera l’idrogeno migliore dell’elettrico a batteria, in quanto le celle a combustibile di idrogeno sono una valida alternativa sia ai veicoli BEV sia ai motori endotermici, perché costituite di energia pulita, emettendo acqua anziché anidride carbonica, e perché hanno autonomia maggiore rispetto alle elettriche a batteria, con velocità di rifornimento migliori.

Tuttavia, la domanda è ancora bassa, anche a causa della scarsità di punti in tutta Europa. Le stesse vetture a idrogeno sono solamente due: Toyota Mirai e Hyundai Nexo. In più c’è il fattore costo: in Italia non possiamo dirlo, visto che è come se non ci fossero, ma in UK si parla di 10 sterline al kg di idrogeno. Tradotto, dal momento che un serbatoio di idrogeno è di 5 km, vuol dire pagare 50 sterline per riempire. una cifra simile ai costi di berlina e diesel, e più costosa delle elettriche, e dei gas già diffusi, metano e GPL.

May quindi ha venduto la sua Mirai, che sostituirà con qualcosa di più eccitante. Ma sicuramente un’elettrica a batteria, visto che non ha mai nascosto di essere un fan di questa tecnologia, e di essere possessore di una Tesla Model 3.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

James May ha comprato il Volkswagen Buggy guidato in Namibia

Stabilimento Toyota

Anche Toyota colpita dalla crisi dei seminconduttori taglia la produzione del 40%

James May lancia “James Gin”, la sua nuova produzione di distillati in edizione limitata a 1.420 bottiglie