Verifica pagamento bollo auto

Verifica pagamento bollo auto anni precedenti: dove controllare, le sanzioni.

Come si verifica il pagamento del bollo auto degli anni precedenti, quali sono le scadenze e a quanto ammontano le sanzioni.

11 marzo 2022 - 7:00

La verifica del pagamento del bollo auto è una operazione semplice che si effettua online in pochi passaggi, ed è importante soprattutto quando non ci si ricorda la scadenza esatta. Anche se la mora sul mancato pagamento non è altissima, è davvero un peccato “regalare” i propri soldi quando invece ci sono metodi davvero semplici per controllare se si è pagato o meno il bollo auto.

Basta solo un po’ di volontà. Usiamo allora senza tirmore tutti i mezzi che ci vengono dati a disposizione proprio per venirci incontro. Vediamo insieme come fare per la verifica del pagamento del bollo, nella nostra piccola guida scritta in maniera semplice ed esaustiva.

Contenuto dell’articolo:

 

Quando scade il pagamento del bollo auto?

Iniziamo con il dire che il bollo auto è una tassa di possesso e non di circolazione. Una differenza sostanziale, che comporta il fatto che il bollo debba essere pagato anche quando il veicolo non viene usato. A questo punto, possiamo dire che il bollo può essere pagato fino all’ultimo giorno del mese successivo a quello di immatricolazione. Facciamo un esempio: se una vettura è stata immatricolata ad Aprile, il bollo dovrà essere pagato ogni anno entro il 31 Maggio.

 

Pagamento del bollo auto: le sanzioni per i pagamenti in ritardo

Ci sono vari scaglioni di sanzioni, per i quali più si aspetta, più la percentuale da pagare aumenta.

Vediamo nello specifico come si calcolano le sanzioni:

• Entro 14 giorni dalla scadenza: sanzione pari allo 0,1% dell’importo originario del bollo auto, alla quale vanno sommati gli interessi legali per ogni giorno di ritardo.
• Dal 15° al 30° giorno dopo la scadenza: sanzione pari all’1,50% dell’importo originario del bollo auto alla quale vanno sommati lo 0,2% di interessi per ogni giorno di ritardo.
• Dal 31° al 90° giorno successivo alla scadenza: sanzione pari all’1,67% dell’importo originario del bollo auto alla quale vanno sommati lo 0,2% di interessi per ogni giorno di ritardo.
• Dal 91° giorno a 1 anno dalla scadenza: sanzione è pari al 3,75% del bollo auto alla quale vanno sommati lo 0,2% di interessi per ogni giorno di ritardo.
• Oltre un anno di ritardo: sanzione è pari al 30% dell’importo originario del bollo auto alla quale vanno sommati l’1% di interessi per ogni semestre maturato.

 

Come si verifica il pagamento del bollo auto?

Ci sono diversi sistemi che si possono utilizzare comodamente online, a seconda della regione di residenza, perché la gestione della tassa automobilista è appunto regionale. Vediamo insieme quelli più utilizzati.

 

Verifica pagamento bollo auto sul sito Agenzia Entrate

In attuazione delle disposizioni normative contenute nell’articolo 51 del decreto legge n. 124/2019, l’archivio delle tasse automobilistiche gestito dall’Agenzia delle entrate è in fase di dismissione a favore del nuovo sistema informativo del Pubblico Registro Automobilistico (PRA) gestito dall’Automobile Club d’Italia (ACI). I servizi di calcolo del bollo auto e del controllo dei pagamenti effettuati non sono pertanto più resi disponibili dall’Agenzia delle entrate.

 

Verifica pagamento bollo auto sito ACI

Il servizio è utilizzabile dai residenti in Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Puglia, Sicilia, Umbria e le province autonome di Bolzano e Trento. Purtroppo in questo caso non si tratta di un servizio immediato. Secondo Aci, è dedicato a “verificare contenziosi, pagamenti o altre problematiche relative al bollo auto“. Per questo motivo, dopo aver vistato questo link, sarà necessario inviare ad ACI una richiesta di riesame corredata di documentazione in formato jpg o PDF.

 

Verifica pagamento bollo auto Lombardia 

Per i residenti, il nuovo portale Tributi raccoglie tutte le informazioni sui pagamenti con la verifica del bollo auto della Lombardia. E’ accessibile tramite credenziali SPID (Sistema pubblico di identità digitale).

Ricordiamo che lo SPID è gratuito, ma all’atto della registrazione è possibile che venga chiesto un contributo per il riconoscimento. Al momento, è possibile ottenere gratuitamente sia SPID sia riconoscimento con lo SPID delle Poste, a questo indirizzo: https://www.poste.it/posteid.html

Ricordiamo anche che per i residenti in Lombardia, c’è uno sconto del 15% sul bollo auto per chi sceglie la domiciliazione bancaria, in modo da non avere più problemi nel doversi ricordare date e scadenze. QUI le istruzioni su come avere lo sconto.

 

Verifica pagamento bollo auto Piemonte

Per i residenti, si può usare il sito Sistemapiemonte dove ci sono appunto le informazioni per la verifica del bollo auto in Piemonte. Anche in questo caso l’accesso viene effettuato tramite credenziali SPID . Inserendo tutti i dati sarà possibile verificare l’avvenuto pagamento del bollo auto.

 

Verifica pagamento bollo anni precedenti

Può capitare di avere qualche dubbio se si abbia pagato o meno il bollo di determinati anni. Vediamo allora come si effettua la verifica del pagamento bollo auto degli anni precedenti. E’ possibile, avendo ovviamente la targa dell’auto per la quale si vuole effettuare la verifica:

• consultare il sito tributi regionale, come ad esempio in Lombardia e Piemonte
• consultare il sito Aci
• chiedere direttamente ad un ufficio locale Aci
• chiedere ad una agenzia di pratiche automobilistiche

C’è da tenere presente che l’importo e la riscossione sono sempre più in mano alle regioni stesse, quindi vale comunque la pena verificare sul sito ufficiale della propria regione se è stato attivato un servizio di verifica di pagamento del bollo auto.

 

 

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

toyota supra

A 265 km/h con una Toyota SUPRA MK4 del 1994 in autobahn.

Alfa Romeo Stelvio Guardia Civil

La Guarda Civil usa auto di cartone per spaventare gli automobilisti?

Militem Ferox500

Militem Ferox500 a partire da 149.500 €