Zig Zag Milano Scooter Sharing: come funziona, arrivano gli scooter Cux

Zig Zag Scooter Sharing a Milano con la prima flotta elettrica

21 maggio 2019 - 16:40

Zig Zag Scooter Sharing Milano offre la possibilità di muoversi utilizzando veicoli elettrici. La mobilità milanese diventa ancora più green, grazie alla flotta di 350 scooter elettrici in strada con il servizio offerto da Zig Zag Scooter Sharing.

Per muoversi liberamente nel traffico cittadino e affrontare percorsi brevi, arrivano i CUX, scooter con una autonomia di 70 km, motore Bosch da 1.300 Watt, pacco batterie removibile al litio 60 V-32 Ah. Maneggevoli, leggeri, adatti al pubblico femminile e nel completo rispetto dell’ambiente, indossano la classica livrea gialla e nera del servizio e ricordano i taxi newyorkesi. Questa flotta si affianca ai 100 Tricity già schierati in strada.

Da notare come Zig Zag Scooter Sharing Milano è il primo servizio a proporre scooter in condivisione con doppia alimentazione, termica ed elettrica, per soddisfare sia le esigenze legate al medio/lungo tragitto sia quelle per i percorsi brevi. Gli scooter hanno una autonomia, in modalità elettrica, di 100 km e le batterie si ricaricano in 4 ore.

La start up sta lavorando per lanciare nei prossimi mesi altre 2 città italiane tra cui Torino.

La flotta sarà composta da non meglio specificati scooter elettrici Etropolis a 2 ruote e si affiancherà ai Yamaha Tricity che hanno debuttato nella città meneghina ad aprile. Il lancio del servizio con i veicoli elettrici avviene in parallelo con il rilascio del primo step di intelligenza artificiale: i clienti avranno la possibilità di movimentare la flotta secondo le proprie esigenze e ricevendo in compenso minuti gratuiti di noleggio. In futuro, ci sarà anche l’opportunità per gli iscritti di guadagnare bonus in euro sia attraverso l’operatività di Zig Zag o utilizzando gli scooter

Sul territorio italiano, Zig Zag ha raggiunto ad oggi i 300.000 noleggi, per un totale di 1.500.000 km percorsi. A breve anche a Roma sarà ai nastri di partenza una flotta elettrica e il servizio si espanderà a Torino nel 2019. L’azienda guarda oltre i confini nazionali e pensa all’internazionalizzazione del servizio con un aumento di capitale di 4 milioni di euro che permetterà lo sviluppo anche in altri Paesi europei. Il primo in lista è la Spagna.

In ottica di crescita e consolidamento, Zig Zag continua a stringere partnership con altre realtà, pensando in particolare ai giovani ed alla mobilità individuale. Dopo l’accordo con l’ASRoma e l’Università LUISS LUMSA, Roma TRE, Politecnico di Milano, è stata siglata una collaborazione anche con Trenitalia. Zig Zag Scooter Sharing è accessibile a tutti coloro in possesso di patente italiana A o B e per gli stranieri che arrivano a Milano e hanno un titolo di guida rilasciato da Austria, Belgio, Francia, Germania, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Russia, Spagna, Svizzera, USA.

Zig Zag Milano Scooter Sharing: come funziona?

La procedura per usufruire del servizio è semplice e intuitiva: è sufficiente registrarsi gratuitamente sul sito o tramite la App, disponibile per Android e IOS. Dopo aver prenotato lo scooter più vicino alla propria posizione e averlo raggiunto, si dovrà inserire il PIN che nello scooter termico sblocca la sella e nello scooter elettrico sblocca il bauletto, per poter prendere in entrambi sia il casco sia il sottocasco igienico e monouso. Ogni mezzo è dotato di due caschi.

I nuovi utenti possono scoprire i vantaggi e spesso trovare i codici promozionali per usufruire di minuti gratuiti sulle pagine ufficiali di Zig Zag e seguendo le pagine social Facebook e Instagram.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Fiat 500 nella flotta Delimobil, il car sharing russo

Motosplash Garage Dreams: sexy bike wash, per beneficenza

Punta Bagna Valloire 2019: il racconto della decima edizione