Vent Bike LDV500: svelate le versione The Beauty e The Beast

Caterina Di Iorgi
29/09/2020

Vent Bike LDV500: svelate le versione The Beauty e The Beast

Vent Bike LDV500 – Dopo il lancio del concept lo scorso novembre ad Eicma, la prima e-bike Vent esordisce ufficialmente in veste definitiva e in due versioni: LDV500 “THE BEAUTY”, pensata per un pubblico moderno e amante della Urban Smart Mobility e LDV500RR “THE BEAST”, la Race Ready pronta a conquistare un pubblico sportivo e specializzato nell’uso più estremo della bici elettrica.

[titolo_sezione]Bici Elettrica[/titolo_sezione]

E così, la prima e-bike costruita da Vent e dedicata al genio di Leonardo Da Vinci – il quale ha citato, nel suo Codice Atlantico, la cascata della Troggia che scende impetuosa proprio accanto alla sede di Vent – nel cinquecentenario della sua scomparsa, non poteva che racchiudere la massima espressione della tecnologia.

Dal nuovo telaio monoscocca full carbon a doppia culla all’innovativo sistema di ammortizzazione TST inserito nel telaio di derivazione motociclistica e studiato per una guida divertente e precisa, unita ad elevati standard di comfort. Dal sistema ICR sviluppato da FSA al performante motore BROSE DRIVE S MAG abbinato ad una batteria BROSE di ultima generazione integrata nel telaio. Molte altre, e da scoprire, sono le innovazioni che caratterizzano la bici a pedalata assistita firmata VENT, disponibile in una Limited Edition di 120 unità numerate.
LDV500 e LDV500RR sono vendute in esclusiva sul sito ventbike.it, al prezzo di 12.390,00 Euro, con facoltà di scelta del numero di serie o del numero di telaio.

Eclettica e innovativa come la sua gamma, la Casa di Introbio si prepara a presentare un’altra novità: la Gravel FRONTIER. Il Reparto R&D di VENT ha lavorato intensamente per sviluppare una nuova bike “gravel”, segmento oggi di particolare tendenza anche in Italia.

La Gravel FRONTIER è full suspended grazie al sistema di ammortizzazione TST (brevettato), già marchio di fabbrica dell’intera gamma di e-bike prodotte in Valsassina. Gravel FRONTIER utilizza in nuovo motore FSA System HM 1.0, posizionato nel mozzo posteriore da 250w e batteria integrata nel tubo obliquo da 250 Wh. Ed è proprio nel tubo orizzontale che si trova il sistema TST che, combinato a una forcella ammortizzata, garantisce un assorbimento delle asperità nell’utilizzo in off-road, per un nuovo confort di marcia.

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

telegram