MV Agusta Brutale 1000 RR 2020

MV Agusta Brutale 1000 RR 2020: una spettacolare Superbike Replica

E' entrata in produzione in queste settimane ed è destinata a un numero ristretto di appassionati.

2 luglio 2020 - 18:00

Basata sulla straordinaria Serie Oro, entrata in produzione in queste settimane e destinata a un numero ristretto di acquirenti, la MV Agusta Brutale 1000 RR 2020 porta sulle strade le medesime suggestioni, amalgama sapiente di scelte stilistiche, tecniche e di sviluppo dinamico. La facilità di approccio e l’accessibilità delle prestazioni sono stati i punti focali dello sviluppo del progetto Brutale.

MV Agusta Brutale 1000 RR 2020: design e allestimento

Il design è incentrato su linee tese e volumi perfettamente integrati tra avantreno e retrotreno: un equilibrio che da sempre è il tratto distintivo delle Brutale a quattro cilindri, fin dal primo, iconico modello che ha segnato insieme alla F4 il rilancio del marchio italiano.

Gli elementi più caratterizzanti, tra cui ad esempio faro, serbatoio e codino, sono stati disegnati e messi in produzione specificamente per le nuove Brutale. Il faro di tipo Full LED sfrutta, a beneficio dell’efficacia nell’illuminazione, le Cornering Lights, gestite dalla piattaforma inerziale: il fascio luminoso, infatti, cambia direzione e angolo in base alla posizione dinamica della moto. Il faro, che sfoggia una sezione interna a X colorata, altro elemento esclusivo, è valorizzato dalle Daylight Running Lights, disegnate in modo da delineare una impronta luminosa che rende riconoscibile la nuova Brutale da qualsiasi punto di osservazione.

L’esperienza emozionale offerta dalla Brutale 1000 RR è la stessa della Serie Oro: questo grazie a scelte di allestimenti che differenziano minimamente i due modelli. Ad esempio le sovrastrutture si avvalgono anche sulla 1000 RR di elementi in fibra di carbonio finemente modellati, ideali per descrivere e valorizzare il telaio e il motore, nonostante nel carbonio non sia presente l’esclusivo “filo rosso” riservato alla Serie Oro.

Quest’ultima è consegnata con un ricco kit di componenti a corredo: sulla 1000 RR è possibile acquistarne alcuni, come il sistema di tracking GPS, proposto come accessorio originale. Un’altra differenza riguarda la viteria, in acciaio invece che in titanio. I leggeri cerchi in fibra di carbonio della Serie Oro sono stati sostituiti sulla 1000 RR da elementi forgiati in alluminio, caratterizzati da un disegno specifico e da caratteristiche ponderali che contribuiscono a ottenere l’ottimo risultato complessivo di 186 kg di peso a secco.

Il luminoso display TFT di seconda generazione a colori da 5 pollici di diagonale, con risoluzione 800 pixel per 480, è l’interfaccia principale tra il pilota e le molteplici possibilità di personalizzazione della Brutale 1000 RR. L’accesso ai numerosi menu di configurazione è immediato grazie ai razionali blocchetti elettrici al manubrio, che permettono un accesso immediato alle varie sezioni.

La strumentazione permette la connessione Bluetooth con lo smartphone per gestire le chiamate in ingresso, i messaggi e la musica. Non poteva mancare il cruise control, comodo anche su una hyper naked come la 1000 RR. Il cruscotto permette di sfruttare al massimo le tantissime funzionalità dell’app di navigazione MV Ride App, che spalanca un mondo di opportunità. Ad esempio è possibile personalizzare l’elettronica della moto direttamente dallo smartphone come pure creare e salvare i propri itinerari, per poi condividerli con gli amici. Attraverso la MV Ride App, inoltre, è immediato utilizzare in mirroring sul cruscotto le utilissime funzionalità di navigazione.

Commenta per primo