Cos’è’ la Guida Difensiva ed i consigli per evitare incidenti

Pochi, semplici e utili consigli su come guidare meglio per evitare gli incidenti.

4 febbraio 2020 - 16:00

Si chiama guida difensiva ma non ha nulla a che vedere con l’attaccare o difendersi, magari dall’aggressività di altri guidatori. La guida difensiva è una forma di allenamento per automobilisti e motociclisti che può affiancare o superare le regole del Codice della Strada in forma precauzionale. Non è detto, ad esempio, che si debba sempre viaggiare alla velocità massima consentita.

L’obiettivo della guida difensiva è infatti quello di evitare incidenti, anticipando tutte quelle situazioni che possono diventare pericolose.

La guida difensiva sottolinea l’addestramento teorico, pratico e soprattutto mentale, al fine di mettere in atto comportamenti di guida volti alla prevenzione delle situazioni di pericolo.” (Dott. G. Munsch)

Guida Difensiva: cinque consigli per evitare gli incidenti

I  5 consigli di guida difensiva che pubblichiamo qui sotto sono essenziali per una guida sicura. Teniamo sempre presente che guida difensiva significa “guida per salvare vite, tempo e denaro, nonostante le condizioni intorno a noi e le azioni degli altri guidatori”.

Sappiamo che ogni situazione è diversa e richiederà la sua specifica linea di condotta. Ci sono però 5 consigli di guida difensivi basilari che dovrebbero essere sempre tenuti presente mentre si guida un’automobile o un motociclo. Leggeteli tutti, anche se sembrano ovvi.

Guarda sempre più avanti

Può apparire banale, ma gli esseri umani non sono stati “progettati” per andare a più di 25 km/h. Significa che andare oltre a questa velocità è semplicemente innaturale. Sfortunatamente, guidatori hanno l’abitudine di guardare direttamente davanti al loro veicolo e non oltre. Forse pensi per te non è così, ma pensaci bene. Se stai osservando la targa del veicolo che ti precede, non basta. Dove dovresti guardare? Più in là possibile. La maggior parte degli incidenti potrebbe essere evitata se le persone avessero una migliore consapevolezza della situazione, potendo reagire in un tempo minore.

Devi avere il quadro della situazione

Non fissarti sulle cose: è una fonte di distrazione. Non metterti a leggere cosa c’è scritto sul porta targa della motocicletta che ti precede, non fissare la bellissima modella della pubblicità a bordo strada. Se fissi qualcosa o qualcuno, perdi traccia dei veicoli intorno a te. Non fare questo errore.

Attenzione però non fissare lo sguardo non significa non stare attenti. Controlla gli specchietti, guarda a sinistra, guarda a destra, osserva dove finisce la strada e cerca le vie di fuga. Insomma, cerca di farti il quadro della situazione: veicoli veloci, veicoli lenti, camion, semafori, strisce pedonali, incroci. Cerca di avere tutto sotto controllo.

Devi avere un piano di “fuga”

Guida difensiva significa avere un piano di fuga, o “piano B”. E’ una cosa che si guadagna con l’esperienza. Ricorda: devi sempre avere un piano di fuga. Sebbene tu sia bravissimo, non puoi sempre prevedere cosa faranno gli altri guidatori. Inoltre, fattori fuori dal tuo controllo potrebbero cambiare molto velocemente una situazione tranquilla in una di emergenza. Un cane che attraversa nella carreggiata e tutti frenano, qualcuno può perdere il controllo. Dove andrai? Cosa farai? E’ importante avere sempre il quadro della situazione, come già accennato, ma anche tenere la distanza di sicurezza, e avere il lato del proprio veicolo libero da ostacoli.

Mantieni la distanza di sicurezza

Questo lo dicono tutti come un mantra, ma lo fanno in pochi. Da un certo punto di vista la distanza di sicurezza è ancora più importante che mantenere una velocità a norma. Devi assolutamente avere la certezza che in caso di frenata improvvisa non urterai nessuno. E non dico solo quando sei in colonna, potrebbe capitare ad un incrocio con qualcuno che non da la precedenza, oppure ad un bimbo che attraversa la strada all’improvviso. Non importa chi ha ragione o torto: noi non vogliamo fare incidenti. E a questo proposito, devi controllare lo stato dei freni e degli pneumatici. Uno pneumatico con un battistrada al minimo, aumenta lo spazio di frenata, soprattutto con il fondo stradale viscido o bagnato.

Riduci le distrazioni di guida

Si, fanno di tutto per distrarci. Autoradio, comandi del climatizzatore e mappe satellitari. I telefonini poi, sono una delle case principali di incidenti. Oppure mangiare, bere, e discutere animatamente con gli altri passeggeri. Possiamo controllare alcune distrazioni, altre no. Le distrazioni di guida non intenzionali si verificano su base regolare, ma ciò non significa che devi mettere te stesso o gli altri in pericolo. C’è una sola regola da seguire: guida e basta. Lascia perdere tutto il resto, non è difficile: guida e non preoccuparti di nient’altro.

 

 

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

 

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

miglior monopattino elettrico Hyundai

Offerte Miglior monopattino elettrico Marzo 2020: come scegliere

parchimetro

L’ausiliario in borghese può fare multe per divieto di sosta

Volkswagen Logo Dieselgate

Dieselgate: Volkswagen si accorda e paga i consumatori tedeschi