Fermato dalla polizia perchè guida senza due gomme, dà la colpa ai fantasmi

Redazione
02/11/2022

Un uomo è stato fermato dalla polizia perchè stava guidando senza due pneumatici, e lui ha deciso di dare la colpa a strani fenomeni paranormali. Sembra una tipica storia di Halloween, e forse è così, ma il fatto è successo davvero come dimostra il video di oggi.

Rimaniamo per un momento ai fatti. Un SUV a cui mancavano due pneumatici è stato fermato lungo l’Interstate 75 della Florida, come riporta il Miami Herald. Quando i poliziotti hanno chiesto cosa stava facendo senza due ruote, il conducente ha dichiarato che dietro la sparizione c’era un’attività paranormale. Ovviamente il tutto è accaduto di notte, precisamente alle 4 di domenica 23 ottobre, su una rampa dell’Interstate 75 nei pressi di Marion Oaks, ad un centinaio di km da Orlando. L’auto era stata fermata perchè gli agenti avevano notato che i pneumatici non erano solo semplicemente “sgonfi”, ma l’uomo stava guidando su ciò che rimaneva dei cerchioni.

E qui arriva il bello, perchè come vediamo nel video, l’agente chiede informazioni sui danni al veicolo e l’automobilista non trova niente di meglio da dire che qualcuno gli aveva lanciato una maledizione e per questo motivo aveva urtato un po’ forte un marciapiede. Il piccolo incidente ha avrebbe quindi costretto gioco forza ad una scelta drastica. “Fare o morire”, ovvero tornare a casa senza pneumatici o dare fuoco al SUV e dormire sulla carreggiata.

Qualcuno mi ha lanciato una maledizione“, dice ad un certo punto “Questa è attività paranormale!

Sospettando che l’attività paranormale fosse invece un’attività di tipo alcoolico, gli agenti hanno chiesto al 29enne di sottoporsi ai test di sobrietà. In un primo momento l’automobilista ha accettato, poi probabilmente pensando di aver oltrepassato i limiti e non di poco, si è agitato sempre di più. Ha minacciando di aggredirli, prendendoli a calci e cercando di togliere il taser di un agente.

E’ stato quindi arrestato con una sfilza di accuse: aggressione ad un agente delle forze dell’ordine, di resistenza a pubblico ufficiale, tentativo di privare un agente di mezzi di protezione o comunicazione, corruzione con minaccia contro un pubblico ufficiale e guida in stato di ebbrezza.

E visto che il fatto è successo negli USA e non Italia, si passa direttamente dalla multa al carcere. Per lui quindi niente dolcetto: lo scherzetto potrà costargli una pena massima di 25 anni, mentre al momento è detenuto ma può uscire dal carcere dietro cauzione di 27.000 dollari.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram