Una donna si è ritrovata involontariamente su un volo per gli USA

Gianluca Pezzi
03/12/2022

Una donna si è ritrovata involontariamente su un volo per gli USA

Una viaggiatrice messicana si è imbarcata per sbaglio su un volo Volaris per Seattle. La donna doveva tornare a casa dopo una vacanza, avrebbe dovuto prendere un volo da Guadalajara a Tuxtla Gutiérrez per una distanza di più di 1.100 km, ma è finita per sbaglio sul volo internazionale diretto a Seattle, distante quasi 3.500 km.

Come è successo?

All’aeroporto di Guadalajara, un addetto della compagnia aerea Volaris avrebbe detto alla donna di cambiare la fila in cui si trovava in attesa del suo volo. Si è imbarcata da quella fila e l’addetto al gate non si è accorto che era sul volo sbagliato.

Una volta a bordo del volo, c’era qualcuno nel posto a lei assegnato, quindi ha mostrato la carta d’imbarco all’assistente di volo, che non ha capito che era sul volo sbagliato e l’ha fatta sedere in un altro posto.

Dopo circa tre ore di volo, le è stato consegnato un modulo di immigrazione per gli Stati Uniti. Poiché la donna non parlava inglese, ha chiesto aiuto all’assistente di volo, scoprendo così di essere sul volo sbagliato. Quest’ultima è rimasta sconvolta nell’apprendere che la viaggiatrice non intendeva recarsi negli Stati Uniti e non aveva il passaporto. L’equipaggio le ha quindi chiesto un numero di telefono per contattare la sua famiglia, in modo da poterla mettere al corrente di quanto stava accadendo.

Cosa è successo quando è arrivata negli Stati Uniti?

All’arrivo negli Stati Uniti, un dipendente della linea aerea ha accompagnato la donna nella sala immigrazione. Qui è stata interrogata dai funzionari dell’immigrazione, che l’hanno poi riaccompagnata al suo volo, che è tornato immediatamente a Guadalajara con sullo stesso aereo Volaris.

Gli addetti le hanno detto che non ci sarebbe stata alcuna traccia negativa, nel caso in cui avesse voluto recarsi negli Stati Uniti in futuro.

Come è tornata a casa?

Volaris ha ovviamente pagato il biglietto per il ritorno alla destinazione prevista, Tuxtla Gutiérrez. Un volo di meno di due ore, ha finito per diventare un doppio volo da quasi cinque ore ciascuno.

Ma c’è una storia parallela, perchè durante questo calvario, la famiglia era ovviamente preoccupata perché la ragazza non era arrivata a Tuxtla Gutiérrez come previsto. I famigliari erano stati informati della scomparsa con i rappresentanti di Volaris che dicevano di non poterci fare nulla. A quel punto è intervenuta la Guardia Nazionale, che ha comunicato a Volaris di dover presentare una denuncia di scomparsa. Gli addetti Volaris all’aeroporto hanno iniziato a lavorare per localizzarla e solo allora sono riusciti a scoprire che in realtà era sull’aereo sbagliato.

A questo punto scatteranno le indagini per capire esattamente cosa è accaduto. La donna sostiene infatti che all’arrivo a Tuxtla Gutiérrez i dipendenti di Volaris l’hanno incolpata di aver preso il volo sbagliato. Chi ha ragione?

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram