Lockheed Martin

Le storie parallele di Allan Haines Lockheed e Glenn Luther Martin, che porteranno alla nascita della Lockheed Martin

La storia dei due fondatori del colosso aeronautico che ha fatto la storia dell'aviazione e della corsa allo spazio.

7 giugno 2021 - 7:00

Lockheed Martin, un nome unico oggi, che ci porta alla mente subito aeroplani. Per fare un esempio eclatante, il tanto amato odiato e discusso F-35, è un prodotto di Lockheed Martin all’avanguardia anche nel settore aerospaziale e che impiega complessivamente nel mondo, oltre 110.000 lavoratori. Ma come nel caso di Rolls Royce, inizialmente si tratta di due storie disgiunte e singolari che la storia ha voluto si fondessero insieme.

Allan Haines Lockheed nel 1910 ha ventun’anni ed eccellenti doti come meccanico, ma non solo. È alle prese, vicino a Chicago, con un velivolo biplano Curtiss, assieme ad alcuni colleghi e senza aver mai pilotato un aereo, decide di provarlo in volo. I testimoni di quel giorno diranno che fu qualcosa di eccezionale. Lockheed accelera si stacca dal suolo e, come se fosse sempre stato ai comandi di quell’aereo, con naturalezza, gli fa compiere un giro sopra la testa dei suoi amici, per poi posarlo al suolo, delicatamente. Questo il suo ingresso nel mondo dell’aviazione.

Qualche anno prima nel 1907 Glenn Luther Martin, a Santa Ana in California, sta compiendo un esordio non molto soddisfacente. Impegnato con un monoplano di propria concezione, quando il suo assistente avvia l’elica, Martin perde il controllo quasi immediatamente del velivolo, compiendo diversi balzi, andando a sbattere contro alcuni ostacoli per poi fermarsi in fondo ad un campo.

Ciò che fece subito dopo forse è ancora peggio. Scese dall’aereo per riavviare l’elica, con nessuno ai comandi, e il motore, ripartito sospinge l’aereo pericolosamente verso Martin. Fa appena in tempo a rifugiarsi sotto di esso, dopo che l’elica gli ha affettato il cappello e, agganciato dalla fusoliera viene trascinato per i piedi lungo il campo, fortunatamente per pochi metri, visto che l’aero finisce la propria corsa sfracassandosi dopo aver compiuto un comico giro tondo. Nonostante ciò, dopo molto lavoro, nel 1909 sempre ai comandi del proprio aereo, riuscirà a decollare, restando a pochi metri da terra e tornare al suolo in tutta sicurezza.

In breve tempo e soprattuto dal 1912 in poi, i due costruttori autodidatti, ottimi meccanici e con la capacità di intuire le esigenze commerciali, andranno a consolidare due aziende separate che forniranno un contributo notevole per lo sviluppo aeronautico statunitense. Lockheed ha costruito aerei che sono rimasti nella storia: il Vega, l’Electra, il P-38 Lightning, il Constellation che in tutte le sue varianti è e rimane uno degli aeroplani più belli costruiti per il trasporto civile, il C-130 Hercules, F-104 Starfighter, SR-71 Blackbird e lo Stealth Fighter F-117 per citarne qualcuno.

La Martin darà vita al B-26 Marauder, un bombardiere di successo, contribuirà allo sforzo bellico nella costruzione del B-29 Superfortress e nonostante il progetto sia di Boeing, il famoso Enola Gay sarà assemblato dalle linee di produzione della Martin. Nel dopoguerra avrà un ruolo di rilievo per lo sviluppo del programma spaziale americano. Nel 1995 le due aziende si fondono, diventando una realtà economica nuova dello scenario aeronautico, mettendo ognuna a disposizione dell’altra, quasi un secolo di esperienze che copre ogni branca del mondo del volo.

Il caccia da superiorità aera F-35 rappresenta la punta di diamante tecnologica raggiunta, implementando in un unico velivolo non solo i più sofisticati apparati usufruibili al momento, ma anche una nuova concezione di pilotaggio attraverso il casco del pilota, in grado di espletare funzioni particolari e moltiplicare le potenzialità operative uomo macchina. Il marchio Lockheed Martin oggi ha sede nel Maryland, con un fatturato di oltre 23 miliardi di dollari annui, solo per la vendita di velivoli. Un leader mondiale che affonda le proprie radici nella passione e nella tenacia di due pionieri autodidatti.

 

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

cloche boeing 737

Tutti i segreti della cloche del Boeing 737

toilette aereo

Cosa succede quando si usa lo sciacquone delle toilet in aereo?

villeneuve f104

L’eterna sfida auto contro aereo: le gare leggendarie e i vincitori