VoloDrone Volocopter e John Deere

VoloDrone: Volocopter e John Deere per i droni in agricoltura

Avranno piloti con patentino certificato.

9 novembre 2019 - 12:00

VoloDrone: grazie a Volocopter e John Deere, i droni entrano ufficialmente anche in agricoltura. Il colosso mondiale delle macchine agricole John Deere, e Volocopter, hanno presentato il primo drone specifico per uso  agricolo.

Con una capacità di carico di 200 Kg, VoloDrone, questo il suo nome, viene fornito con una struttura che permette di agganciare diversi tipi di carico, in base alle esigenze del lavoro da svolgere. Una configurazione standard prevede il fissaggio di due serbatoi una pompa ed uno spruzzatore, in grado di irrorare i campi.

Grazie alla versatilità dei droni ed alla possibilità di operare a bassissima quota, si ottiene una notevole efficienza per quanto concerne la copertura delle aree che necessitano il lavoro dall’alto. Si possono lavorare 6 ettari per ora, ad un costo di esercizio notevolmente più basso rispetto all’utilizzo degli elicotteri.

Inoltre grazie alla programmazione dei compiti e all’utilizzo del GPS,  si è in grado di creare specifici trattamenti per aree particolari. John Deere ha scelto Volocopter come partner in questo progetto, grazie ai notevoli successi recenti ottenuti dall’azienda tedesca, che al momento si attesta come una delle favorite anche per quanto concerne lo sviluppo della mobilità aerea urbana in Europa, nel prossimo futuro.

L’idea di utilizzare un drone per compiti di ausilio all’agricoltura ha dei risvolti interessanti, in quanto non solo si possono irrorare le zone bersaglio dei prodotti di cui necessitano, ma si possono tenere sotto controllo vaste aree in modo economico, ricevendo, tramite l’ausilio di appropriati sensori, informazioni utili sulla crescita delle culture e sulla condizione dei terreni.

VoloDrone catalizza l’attenzione di un pubblico molto ampio e la presenza di John Deere garantisce che nessuna delle esigenze professionali del settore venga tralasciata o sottovalutata. Al momento si sta procedendo alla realizzazione del modello classico dotato di spruzzatore, che sarà il primo ad essere presentato ed utilizzato nei test valutativi. La prova sul campo di VoloDrone, è il caso di dirlo, avverrà già dalla prossima stagione utile per i raccolti e, se i risultati saranno quelli sperati, si dovrebbe poter passare in breve tempo alla commercializzazione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

molon labe s1

S1 Molon Labe: il posto centrale non sarà più un problema

skydweller

Skydweller: come funziona il volo perpetuo

Boeing Dreamliner 787 Rolls-Royce

Rolls Royce, dalle auto agli aerei