Cadillac Coupe de Ville

Cadillac Coupe de Ville, la regina americana a Milano AutoClassica 2020

Una classica bellezza americana

27 settembre 2020 - 13:00

Le auto americane moderne fanno dimenticare che anche gli statunitensi hanno innovato nel campo del design automobilistico, e anzi hanno portato delle vere e proprie perle tanto apprezzate e nel tempo divenute iconiche. Una di queste è sicuramente la Cadillac Coupe de Ville, la cui primissima versione (vista a Milano AutoClassica 2020 in un perfetto stato e in uno scintillante azzurro a contrasto bianco) risale al 1950.

La Cadillac Coupe de Ville era la massima espressione del lusso

Cadillac è sempre stato il marchio premium statunitense per eccellenza, ed effettivamente continua ad innovare a livello estetico, o quantomeno a proporre modelli interessanti, come la Lyriq. Certo è che il brutto periodo vissuto da General Motors (gruppo di cui fa ancora parte) ha influito anche su questa celebre azienda. Proprio per questo, Cadillac merita di essere ricordata e celebrata con due dei suoi modelli più importanti.

La Cadillac Coupe de Ville di cui parliamo in questo articolo è, però, un prototipo. La prima Coupe de Ville ad avere produzione dedicata e realmente in serie fu quella del 1959, giunta 10 anni dopo la presentazione del prototipo. Quest’ultimo è ufficialmente noto come Serie 62 Coupe de Ville, e si basa sul telaio della Cadillac Sixty Special degli stessi anni. La differenza, però, è la tipologia coupé, e il fatto di essere tra le prime automobili di questo tipo ad essere senza montanti. Il nome scelto, invece, unisce le parole francesi Couper (“Tagliare”) e De Ville (“Della città”). Una vettura a vocazione cittadina, e pensata per non essere guidata dai proprietari proprio perché tagliata all’interno con un divisorio.

Tra le caratteristiche di questa splendida vettura, che a Milano Autoclassica si possono ammirare tutte grazie all’ottimo lavoro fatto con il restauro, si annoverano la presa d’aria cromata posta vicino alle ruote anteriori, il tettuccio a contrasto bianco, le linghe linee cromate della fiancata, sia orizzontale che verticale, nonché quella che percorre al centro il lungo cofano dai lineamenti tondeggianti. Gli interni sono naturalmente tutti in pelle e riprendono i colori della carrozzeria. Va notato, però, che anche il cielo (l’interno del tettuccio) veniva realizzato in pelle. Inoltre, aveva i finestrini elettrici, un telefono, beauty case e persino un quaderno per gli appunti nel bracciolo posteriore.

Il primo prototipo della Cadillac Coupe de Ville fu usato da Charles Winson, allora presidente di General Motors, fino al 1957, e fino al 1976 anche da altri dipendenti del gruppo automobilistico. Le vendite furono eccezionali, al punto che superarono quelle della Serie 62 classica da cui derivava, un dato importantissimo per un’azienda di fascia alta come Cadillac.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ferrari F40 Rendering

Come sarebbe l’iconica Ferrari F40 se uscisse oggi?

Nuova Kia EV6

Le migliori 9 auto elettriche long range per i viaggi lunghi

auto più vendute

Le 50 auto più vendute in Italia nel 2021 con i dati del mese di Novembre