curiosità sulle auto

Curiosità sulle auto: lo sapevate che? Oggi vi sfidiamo!

Curiosità sulle auto bizzarre, interessanti, addirittura erudite: tutti i fatti legati al mondo automotive che vi sorprenderanno.

9 febbraio 2022 - 7:00

Ogni settore, specialmente se gode di una storia illustre, nasconde dei fatti e delle curiosità che spesso fanno aprire la bocca perché nessuno si aspettava fossero così banali. Da multe per motivi futili a marchi di altri settori ma con origini nel mondo delle auto, ecco alcune piccole curiosità sulle auto che sicuramente sorprenderanno molti di voi!

Siete pronti? Ecco allora alcune curiosità davvero degne di nota che abbiamo trovato scartabellando nei nostri archivi. Gli argomenti sono completamente diversi uno dall’altro. Nei commenti… raccontateci se siamo riusciti a stupirvi!

 

Curiosità sulle auto: europea con origini classiche

L’automobile, come un’infinità di cose del nostro quotidiano, è un’invenzione europea (mentre americana è la produzione in serie). Si sa che ogni cosa in Europa affonda le radici nel periodo classico dei Greci e dei Romani, e l’automobile non è esente. Non tanto come prodotto in sé, ma nel nome: automobile, infatti, è l’unione del pronome greco “autòs” (αυτòς) che significa “io, da sé” con l’aggettivo latino “mobilis”, “mobile”, e quindi letteralmente significa “che si muove da sé” – proprio in riferimento al fatto che nasce come carrozza non trainata da cavalli. Lo stesso pronome greco si ritrova in altri ambiti legati all’automobile, come autodromo: autòs” unito a “drómos” (δρóμος), che significa “corsa”, e quindi il luogo dove “io corro”.

Tra l’altro, in origine il nome “automobile” era usato come nome maschile, e al plurale si diceva “gli automobilI”. Fu Gabriele d’Annunzio, intellettuale importante non solo per le use opere ma per il contributo all’ammodernamento della lingua italiana, a diffondere la versione femminile del termine.

 

Curiosità sulle auto: multe storiche (in tutti i sensi)

La multa non è certo una cosa positiva nell’immaginario collettivo, che “tormenta” l’uomo – a torto o a ragione – da oltre un secolo: infatti, la prima multa fu fatta nel 1904 per eccesso velocità. L’automobilista stava sfrecciando a una velocità incredibile di 19km/h.

E a proposito di multe bizzarre, sapevate che in Svizzera c’è il divieto di sbattere le portiere della macchina? A quanto pare, devono essere chiuse “con delicatezza”.

 

Curiosità sulle auto: oggi telefoni, un tempo autoradio

Motorola è un’azienda molto nota, soprattutto alla generazione dei Millennials (forse meno ai giovani visto che ora è più “di nicchia”). L’azienda americana, passata prima a Google e ora alla cinese Lenovo, ha fatto la storia della telefonia, soprattutto con il celebre Razr. Ma in pochi sanno che il nome Motorola si deve al fatto che il suo primo apparecchio fu un’autoradio: infatti, il nome unisce Motor (dal motore) a Ola (parola onomatopeica, forse, che indica il suono).

 

Curiosità sulle auto: guidare in Fa

In pochi credo pensiamo al suono del clacson, che nasce apposta per essere fastidioso e quindi sollecitare chi si è addormentato al semaforo o chi ci ha tagliato la strada. Ma, a volerlo sapere, la nota prodotta dal clacson si avvicina a un Fa.

Quella del Generale Lee, invece è tutta un’altra storia!

 

Curiosità sulle auto: Dalla terra alla luna

Le auto naturalmente non possono viaggiare nello spazio. Ma quanto ci metteremmo a raggiungere il sole e la luna, se non ci fosse di mezzo l’assenza di gravità e tutte le altre complicazioni legate ai viaggi nello spazio?

È stato calcolato che, guidando a 100km/h senza mai fermarsi, la luna si potrebbe raggiungere in poco più di 5 mesi. Per il sole, invece, servirebbe un ottimo Elisir di Lunga Vita, visto che alla stessa velocità e alle stesse condizioni servirebbero 170 anni!

 

Starsky & Hutch

Vi ricordate sicuramente la Ford Gran Torino che era immancabilmente guidata da”David Michael Starsky”. Ebbene, inizialmente Starsky avrebbe dovuto guidare una Chevrolet Camaro decappottabile.

Il contratto di noleggio che lo studio di produzione aveva in essere con Ford, fece fare un rapido ripensamento ai creatori della serie. Fu George Grenier, coordinatore dei mezzi di trasporto, a scegliere proprio una Ford Gran Torino rossa, che modificò con la mitica striscia bianca, nuovi cerchi e pneumatici maggiorati.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mazda MX-30 2022 da 31.650 € con gli incentivi statali

Tokyo Motor Show

Il Tokio Motor Show diventa il Japan All-Industry Show

MG CyberE

MG CyberE: con lei SAIC vuole sfidare Volkswagen ID.3