Dacia Jogger

Dacia Jogger è la nuova 7 posti accessibile, anche a GPL

Sostituisce la Lodgy, ma ne mantiene tutte le caratteristiche fondamentali.

8 settembre 2021 - 19:00

Cambio di nome, di piattaforma, di tecnologia, ma non di sostanza. La Dacia Jogger, prestata al Salone di Monaco sulla struttura flottante “Lake Camp“, va a sostituire la Lodgy, di cui esteticamente riprende alcune linee, soprattutto al posteriore. Ma a parte qualche rimando, è una vettura totalmente nuova, a partire dalla piattaforma CMF-B su cui sorge, ora condivisa con la nuova Sandero, nonché con Renault Clio e Renault Captur.

Non cambiano, però, le fondamenta tipicamente Dacia del modello: una vettura familiare accessibile, disponibile sia a 5 che a 7 posti, e con motorizzazioni efficienti e parsimoniose, che mantengono sia il diesel sia, soprattutto, il GPL. Ma il nuovo pianale lascia spazio anche a una versione ibrida, che dovrebbe debuttare nel 2023, e che renderà la Jogger il secondo modello elettrificato della gamma, dopo la Spring 100% a batteria.

Gli ordini per la Dacia Jogger apriranno a ottobre 2021 in Europa, Turchia asiatica e Israele, e le consegne sono previste nel 2022. Non ci sono ancora dettagli sui prezzi.

Dacia Jogger: design “alla Sandero”

La nuova Dacia Jogger rientra nel più ampio rinnovamento della gamma del marchio romeno, iniziato proprio con la Sandero lo scorso autunno 2020, e continuato con il restyling della Duster, il debutto della Spring, da noi provata approfonditamente, e che continuerà con due nuovi modelli previsti entro il 2025.

Stilisticamente, comunque, la Dacia Jogger si rifà all’utilitaria, aggiungendo una vocazione “road trip” che unisce una carrozzeria da monovolume a quella di un SUV e di una wagon, per essere un vero e proprio “coltellino svizzero” delle automobili, e per viaggi nella natura e nell’avventura quotidiana delle famiglie odierne.

Le somiglianze con la compatta della famiglia si notano soprattutto all’anteriore, con la grande calandra e con i nuovi fari con motivo Y-Shape, sottili e rettangolari. L’aspetto SUV è dato da parafanghi ben marcati, mentre la robustezza è sottolineata dal cofano scolpito. Infine, le ruote a filo e lo spoiler sul portellone vogliono dare dinamismo.

Al posteriore i rimandi alla Lodgy, con i grandi fari verticali volti a enfatizzare la larghezza del portellone del bagagliaio (elettronico negli allestimenti più ricchi), grande segno di versatilità. Sul tetto, invece, le barre modulabili, che si trasformano in pochi giri di chiave e sono in grado di sostenere un peso fino a 80 kg.

Nella filosofia di una vettura intelligente e pratica rientrano anche i nuovi cerchi “Flex Wheel”, con design solido e forme traforate. Optional, invece, i cerchi in lega diamantati.

C’è spazio per tutti

La Dacia Jogger fa dello spazio a bordo il suo asso nella manica, presentandosi con quella versatilità che serve sì alle famiglie, ma penso anche ai lavoratori dello spettacolo, e a chi in generale si trova spesso a trasportare o tante persone, o tanti oggetti ingombranti.

Nessuno, comunque, viene sacrificato: tutti gli occupanti, compresi quelli della terza fila, godono di grande comodità, anche perché la Jogger offre 24 litri di vani portaoggetti, in modo che chiunque possa riporre il proprio smartphone, tablet, o la propria borraccia. In alcune versioni, inoltre, i passeggeri possono sfruttare due tavolini con porta bevande, scorrevoli su 70 cm in modo da adattarsi alle esigenze di tutti. Gli occupanti della terza fila hanno sedile singolo con bracciolo, e finestrino ampio e semi-apribile.

Per quanto riguarda gli interni, oltre allo spazio si nota anche un notevole miglioramento dei materiali. Fin dal secondo allestimento la plancia è attraversata orizzontalmente da un inserto in tessuto, come già accade anche sulla Sandero. La plancia stessa ospita gli strumenti di guida, come il cruscotto e il display touch centrale sospeso (peccato, sarebbe stato meglio integrato), che stanno nella parte superiore. Sotto, invece, i pulsanti per clima e dispositivi di assistenza alla guida.

La Jogger è comunque altamente configurabile e personalizzabile. Il divano della seconda fila è abbattibile 1/3-2/3, e i due sedili della terza fila ripiegatili 50/50 e amovibili: questo consente una capacità di carico che può arrivare fino a 1819 litri. Non male, per una vettura di 4,5 metri di lunghezza. Il bagagliaio, comunque, parte da 160 litri di capacità nella variante a 7 posti, e da 708 in quella a 5.

Dacia Jogger “Extreme”: la serie limitata che guarda ai SUV

La nuova Dacia Jogger come detto guarda ai SUV in alcune parti del suo design, ma lo fa maggiormente nella serie limitata “Extreme”, che sarà lanciata al suo debutto, secondo più o meno la stessa formula della Sandero Stepway. Cinque le tinte con cui sarà proposta: Nero Nacré, Grigio Cometa, Grigio Moonstone, Bianco Ghiaccio e il colore delle foto Brun Terracotta.

La Extreme avrà barre del tetto, specchietti, cerchi e l’antenna share in nero. A questo, si aggiungono gli ski di protezione anteriori in Grigio Megalite, e gli sticker “Extreme” applicati su anteriore e cerchi, e nella parte inferiore delle porte. La Extreme sarà anche caratterizzata da retrocamera di parcheggio, clima automatico e ingresso keyless.

Sufficientemente tecnologica

Al pari della Sandero, anche la Dacia Jogger propone tre offerte multimediali:

  • Media Control, per comandare l’auto con lo smartphone alloggiato nell’apposito vano;
  • Media Display, con schermo tattile da 8 pollici;
  • Media Nav, che include il navigatore ed è compatibile con Android Auto e CarPlay anche WiFi.

Già il Media Control è comunque completo, e comprensivo di due altoparlanti, una docking station per il telefono integrata nella plancia, connettività bluetooth e USB, comandi al volante e display TFT da 3,5 pollici sul cruscotto. L’auto si gestisce dall’App gratuita Media Control, con una soluzione che, tra l’altro, potenzialmente riduce la distrazione alla guida, anche perché tutto si può controllare con i comandi vocali e il riconoscimento vocale di Siri (iOS) e Google Assistant (Android).

La tecnologia riguarda anche la sicurezza, a partire dalla struttura rinforzata del telaio garantita dalla nuova piattaforma CMF-B e dai 6 airbag di serie. La piattaforma, in caso di urto, permette alla Dacia Jogger di garantire tanta protezione per via di una rigidità ai vertici della categoria. La struttura è infatti rinforzata in corrispondenza del vano motore, mentre i sensori di pressione porte e di accelerometro permettono di rilevare in anticipo le collisioni laterali aprendo velocemente gli airbag a tendina e laterali per la protezione di addome, torace e testa.

Se questo era il lato hardware, lato “software” la Jogger include:

  • Frenata di emergenza automatica attivo da 7 a 170 km/h;
  • Sensore di angolo cieco, attivo da 30 a 140 km/h;
  • Assistenza al parcheggio;
  • Assistenza alla ripartenza in salita.
  • Limitatore di velocità (di serie);
  • Controllo elettronico di Stabilità;
  • Cruise Control con comandi al volante (Optional);

Motori di ogni tipo, anche ibrido

Tutte le Dacia che ho provato, dalla Sandero alla Duster, mi sono sempre piaciute per l’efficienza dei motori. E la Jogger sembra mantenere questa tradizione, con una gamma di propulsioni adatti a ogni tipo di utilizzo. Nuovo è il 1.0 benzina TCe 110, e l’ormai ampiamente collaudato bifuel benzina/GPL ECO-G 100, tutti con funzione Start&Stop e conformi alla norma Euro 6D Full. Il motore TCe 110, con trasmissione manuale a 6 rapporti, è costituito da blocco motore in alluminio per ridurre il peso, mentre la coppia di 200 N/m a 2900 giri al minuto lo rende al momento il più potente della gamma Dacia Jogger.

Ma la Dacia Jogger sarà anche ibrida, a partire dal 2023. La propulsione si baserà su un motore benzina 1.6 associato a due motori elettrici, di cui un “e-motor” e uno starter ad alta tensione, con trasmissione multimode priva di frizione, secondo la tecnologia ampiamente brevettata del Gruppo Renault e vista anche su Clio.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Applicazioni Android Auto

Le migliori applicazioni per Android Auto gratis

Skoda Kamiq Monte Carlo

Skoda Kamiq G-tec: il SUV a metano

Lexus Eternals Marvel Studios

Lexus Eternals Marvel Studios: i veicoli personalizzati dei nuovi supereroi