Come funziona l’assicurazione RC Auto Familiare e come richiederla.

Redazione
25/02/2022

Come funziona l’assicurazione RC Auto Familiare e come richiederla.

Con la Rc Auto Familiare la classe di merito non è più personale ma è invece comune all’interno dello stesso nucleo familiare. A tutti i componenti della famiglia può essere infatti assegnata la classe del più virtuoso. Non solo automobili, perché i vantaggi possono essere applicati anche ai motocicli: l’RC auto familiare permette di passare la classe di merito da un’auto a un altro veicolo, ad esempio autovettura o moto, e viceversa.

La norma è stata approvata grazie ad un emendamento alla Legge di Stabilità, che estende un principio introdotto nel 2007 con la legge Bersani. Prima di questa data chi acquistava un’auto partiva dalla classe di rischio più alta, se non era già assicurato. Un sistema che di fatto bloccava i nuovi automobilisti, o chi rientrava “nel giro” dell’automobile dopo un periodo nel quale ne aveva fatto meno.

Come funziona la RC Auto familiare?

E’ molto semplice. La classe di merito più bassa dell’assicurazione può essere trasferita a qualsiasi tipo di veicolo degli altri membri della famiglia e, come abbiamo accennato, non importa se siano due o quattro ruote. Il caso tipico può essere quello di un neopatentato che acquista una vettura ma anche in un figlio che compra uno scooter: in entrambe i casi verranno assegnate le classi di merito più basse.

RC auto familiare: i requisiti

E’ necessario che l’attestato di rischio non riporti incidenti con responsabilità esclusiva o principale negli ultimi 5 anni.

RC auto familiare: a chi spetta

L’RC auto familiare può essere richiesta:

• dall’intestatario dell’assicurazione di una nuova auto o moto acquistata di recente, non importa se nuova o usata
• da uno dei membri del nucleo familiare dell’assicurato, tramite la certificazione dello Stato di Famiglia. E’ possibile presentarlo come autocertificazione, qui un Modulo autocertificazione stato di famiglia in PDF da scaricare, oppure può essere richiesto presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di residenza. In questo caso c’è da dire che alcuni Comuni danno la possibilità di accedere online a una copia da compilare in autocertificazione, scaricabile dal sito del comune.

Ricordiamo infine che il passaggio di classe di merito deve essere fatto al rinnovo della polizza e che che la RC Familiare porta a risparmi che possono arrivare fino al 50%.

Come faccio a prendere la classe di merito di mio padre?

Grazie alla RC Auto familiare è possibile avere la classe di merito dell’auto di un genitore alla nuova auto acquistata da un figlio, che normalmente dovrebbe partire dalla classe C.U. 14. Per prendere la classe di merito del padre, il figlio deve essere convivente, quindi risultare sullo stato di famiglia del genitore.

Rc auto familiare per autocarri

L’estensione della classe di merito non vale per gli autocarri e per i mezzi a noleggio, neanche per quelli intestati al datore di lavoro.

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

telegram