Seat Leon 2020

Seat Leon 2020: design, interni, motori e allestimenti

E' la prima auto completamente connessa di Seat!

18 marzo 2020 - 9:00

Seat Leon 2020: la quarta generazione presenta un design evoluto rispetto al modello precedente. Il nuovo linguaggio stilistico Seat degli esterni e degli interni le conferisce una personalità ancor più spiccata, grazie alle proporzioni complessive migliorate, al frontale più grintoso e alle linee più fluide.

La Seat Leon 2020 è disponibile con motori 1.5 eTSI (mild-hybrid) e il 1.5 TSI 130 CV. Nelle prossime settimane verrà introdotto anche il motore 1.0 TSI (con 90 e 110 CV di potenza).

Seat Leon 2020: il Design

Seat Leon 2020 si caratterizza per un design esterno grintoso e sportivo. Alla base dell’estetica complessiva della vettura troviamo la piattaforma MQB Evo, mentre le maggiori dimensioni migliorano il senso delle proporzioni del design della vettura di nuova generazione sia per la hatchback, sia per la Sportstourer.

La versione hatchback è lunga 4.368 mm (+86 mm) e alta 1.456 mm (-3 mm), mentre, in versione Sportstourer ha una lunghezza di 4.642 mm (+93 mm) e un’altezza di 1.448 mm (-3 mm). Entrambe le versioni hanno una larghezza pari a 1.800 mm (-16 mm), con un passo di 2.686 mm, ossia 50 mm in più rispetto alla terza generazione.

Il design del frontale conferisce maggiore personalità, presentando un look tridimensionale più incisivo che crea un’unione tra la calandra e i gruppi ottici. Il cofano, leggermente più lungo rispetto alla precedente generazione, si sposa alla perfezione con gli stilemi più incisivi della vettura, donando una maggiore verticalità al frontale e creando un impatto visivo ancor più efficace per quanto riguarda il design complessivo della nuova Leon.

Gli interni della nuova Seat Leon della casa automobilistica spagnola toccano l’apice di funzionalità, minimalismo ed essenzialità. Il principale protagonista degli interni è lo schermo centrale da 10” del sistema di infotainment, che include il gesture recognition, garantendo un’interazione precisa con gli occupanti della vettura e riducendo il numero di pulsanti fisici necessari.

Caratteristica nuova è l’illuminazione interna, che include una luce avvolgente sul cruscotto che ne copre tutta la larghezza e continua sulle portiere. Non si tratta solamente di una luce ambiente decorativa, perché fornisce anche una serie di funzioni chiave come il rilevamento di punti ciechi o l’assistenza all’uscita.

La versione hatchback di Seat Leon offre una capacità del bagagliaio di 380 litri (uguale alla generazione precedente), mentre la Sportstourer mette a disposizione un volume di carico pari a 620 litri, circa 30 litri in più rispetto alla generazione precedente.

Gli allestimenti di Seat Leon 2020

In Italia, la nuova Seat Leon sarà disponibile in 4 diversi allestimenti, con possibilità di personalizzazione ai massimi livelli.

Style
L’allestimento Style offre di serie tutte le principali tecnologie, come i gruppi ottici anteriori e posteriori EcoLED (100% LED, con fendinebbia anteriori con funzione cornering e illuminazione interna, anch’essi a LED), Seat Virtual Cockpit con display da 10,25”, rendendo così facilmente accessibili e personalizzabili tutte le informazioni necessarie per il guidatore, sistema di avviamento senza chiave Kessy GO, cerchi in lega da 16”, Climatronic e una gamma di sistemi di assistenza alla guida all’avanguardia che comprende Cruise Control, Lane Assist, Front Assist con sistema di riconoscimento di pedoni e ciclisti, Sistema di rilevamento della stanchezza e Sistema e-Call (chiamata d’emergenza).

Inoltre, questo ventaglio di elementi distintivi è corredato da ulteriori equipaggiamenti, tra cui spiccano freno di stazionamento elettrico, alzacristalli elettrici anteriori e posteriori, volante multifunzione e pomello del cambio in pelle, specchietti esterni in colore carrozzeria riscaldabili e regolabili elettricamente, sedili anteriori regolabili in altezza e regolazione lombare del sedile conducente, così come anche due porte USB di tipo C nel vano portaoggetti anteriore. La guida è resa più confortevole da ABS, ESP, XDS (sistema di differenziale elettronico) e sistema di controllo della pressione pneumatici.

Business
Pensato per le flotte, questo allestimento aggiunge agli equipaggiamenti sopra descritti il sistema di navigazione da 10”, Full Link e gruppi ottici fullLED (con indicatori di direzione dinamici, illuminazione posteriore coast-to-coast e Welcome light). In merito ai sistemi di assistenza alla guida, la nuova Sear Leon in versione Business offre inoltre Adaptive Cruise Control predittivo, Sistema di riconoscimento della segnaletica stradale (Traffic Sign Recognition), Light Assist e sensori di parcheggio posteriori, per garantire manovre più semplici e sicure.

Xcellence
La versione top di gamma Xcellence offre un ulteriore livello di ricercatezza e comfort grazie all’aggiunta di Connectivity Box, due prese USB tipo C aggiuntive, Climatronic tri-zona con sistema Air-care, bracciolo anteriore con portaoggetti integrato e bracciolo posteriore. L’abitacolo è arricchito inoltre da illuminazione ambiente a LED Smart wraparound, sedili anteriori sportivi specifici in tessuto e similpelle e volante multifunzione in pelle con design specifico Xcellence.

Completano il ventaglio dei principali equipaggiamenti aggiuntivi di serie i cerchi in lega Dynamic da 17” e il Convenience Pack, insieme a dettagli esclusivi come griglia anteriore cromata a forma di diamante prodotta con stampaggio a caldo, cornici dei finestrini e mancorrenti al tetto cromate, vetri posteriori oscurati, specchietti esterni riscaldabili e richiudibili elettricamente in posizione di parcheggio e battitacco anteriori illuminati con design Xcellence.

FR
Per l’allestimento top di gamma FR spiccano le sospensioni specifiche FR per una guida più coinvolgente, paraurti FR, tubi di scarico simulati, cerchi in lega Performance Machine da 18”, logo FR sul posteriore, per conferirle un look ancor più distintivo. Il comfort di guida è garantito dal Seat Drive Profile ed eleganza e privacy all’interno della vettura sono garantite dai vetri posteriori oscurati e battitacco delle portiere anteriori illuminati con design FR. All’interno, l’abitacolo sfoggia il colore FR e sedili specifici per questo allestimento, nonché volante multifunzione in pelle abbinato al look degli esterni. Ma non si tratta solo di accorgimenti di natura estetica: l’allestimento FR offre infatti una serie di dotazioni legate a sicurezza e comfort.

Seat Leon 2020: la connettività

La nuova Seat Leon 2020 è la prima vettura completamente connessa del marchio. Il cuore del sistema è rappresentato dal Seat Digital Cockpit, che comprende una strumentazione ad alta risoluzione da 10,25” e un sistema di infotainment che il conducente può programmare liberamente. Il sistema multimediale di serie si avvale di uno schermo da 8,25” con compatibilità audio per smartphone, mentre il sistema di navigazione con schermo più ampio da 10” offre navigazione connessa 3D, display con prestazioni Retina e comandi vocali naturali, nonché gesture recognition per semplificare l’interazione da parte dell’utente.

Il sistema di riconoscimento vocale, che si attiva con un semplice “Hola, hola”, consente una comprensione naturale del linguaggio, permettendo all’utente di interagire con il sistema di infotainment attraverso comandi spontanei, apportando correzioni e facendo riferimento a comandi precedenti.

Il sistema Full Link rappresenta la porta di accesso alla connettività, consentendo agli utenti di collegare i propri dispositivi mobili al sistema di infotainment della vettura e di portare il proprio ecosistema digitale a bordo dell’auto.

La Online Connectivity Unit, dotata di una SIM incorporata, consente di non perdere mai la propria connessione con il mondo digitale e permette di usufruire inoltre del servizio eCall, che contatta direttamente i servizi di emergenza in caso di incidente, aumentando ulteriormente il grado di sicurezza della vettura. Oltre alla possibilità di effettuare una chiamata di emergenza (in modalità manuale o automatica), verranno anche trasmessi ai servizi di emergenza i dati rilevanti della vettura come posizione dell’auto, tipo di motore, colore della carrozzeria o numero dei passeggeri, agevolando così le operazioni di soccorso.

Grazie all’app Seat Connect, che può essere scaricata sugli smart devices, è possibile accedere da remoto ai dati della propria auto (dati di guida, posizione di parcheggio, stato della vettura, comprese porte e luci), impostare avvisi di velocità in modo da essere avvertiti se chi utilizza l’auto sta viaggiando ad andatura troppo elevata, avvisi antifurto, aprire e chiudere da remoto le porte con il servizio di bloccaggio e sbloccaggio o attivare da remoto l’avvisatore acustico e gli indicatori di direzione per trovare più facilmente l’auto.

Con l’introduzione della versione PHEV, sono state aggiunte ulteriori funzionalità volte ad agevolare gli utenti; così, i proprietari di vetture ibride plug-in potranno gestire il processo di ricarica da remoto tramite l’e-Manager, comandare il climatizzatore e gestire gli orari di partenza, tutto tramite l’app per smartphone.

Seat Leon 2020: le motorizzazioni

La Seat Leon 2020 può essere equipaggiata con motori benzina (TSI), Diesel (TDI), metano (TGI), mild-hybrid (eTSI) e plug-in hybrid (eHybrid), tutti progettati per garantire prestazioni e guidabilità al top.

Benzina
I motori benzina disponibili di serie per la nuova Leon sono tutti a iniezione diretta con turbocompressore ed erogano da 90 CV (66 kW) a 190 CV (140 kW) di potenza.

I due propulsori con potenza inferiore, pari a 90 CV (66 kW) e 110 CV (81 kW), sono motori TSI tre cilindri da 1.0 litri, montati sulla SEAT Leon per la prima volta e disponibili a partire dalla fase di lancio della vettura.

Disponibili con potenza da 130 CV (96 kW) e 150 CV (110 kW), i propulsori 1.5 TSI offrono un livello di prestazioni che farà comparire un sorriso sul volto del conducente, pur con la sicurezza di un’efficienza ottimizzata.

Sia il 1.0 TSI, sia il 1.5 TSI 96kW/130PS vantano un processo di combustione a ciclo Miller e un turbocompressore a geometria variabile, per innalzare a un livello superiore l’efficienza del motore di questa cilindrata. La versione 1.5 vanta inoltre l’integrazione del sistema di gestione attiva dei cilindri (Active Cylinder Management) per massimizzare l’efficienza.

Al vertice della gamma si colloca il motore 2.0 TSI 190 CV (140 kW), sempre abbinato al cambio a doppia frizione, che sarà introdotto nei mesi avvenire, successivamente al lancio.

Diesel
Il Diesel rimane un’importante tecnologia al fine di ridurre le emissioni di anidride carbonica e per la nuova Leon vengono offerte tre motorizzazioni Diesel, tutte 2.0 TDI.

Sia per la versione hatchback, sia per la Sportstourer, il propulsore Diesel da 115 CV (85 kW) sarà abbinato al cambio manuale, mentre la versione da 150 CV (110 kW) sarà disponibile con cambio manuale o cambio automatico DSG. Inoltre, la versione Sportstourer con propulsore da 150 CV (110 kW) e cambio DSG con doppia frizione potrà essere abbinata al sistema di trazione integrale 4Drive.

Questi motori introducono un nuovo SCR (Selective Catalytic Reduction) a doppio dosaggio che include doppia iniezione di AdBlue al fine di ridurre sensibilmente le emissioni di NOx rispetto ai motori Diesel della Leon di precedente generazione. Il risultato è una gamma di motori Diesel che rispetta i severi requisiti degli ultimi standard in materia di emissioni.

mHEV
La Seat Leon 2020 è la prima vettura ibrida del marchio, grazie alla tecnologia mild hybrid (eTSI) che consente alla compatta di raggiungere livelli di efficienza ancora più elevati. Il sistema, disponibile con il motore 1.5 eTSI 150CV DSG, abbina la tecnologia mild-hybrid a 48 V con il motore a combustione. Oltre ad aggiungere l’efficienza offerta dall’elettrificazione, questa soluzione comprende l’adozione del cambio a doppia frizione al posto di quello manuale.

La tecnologia utilizza un alternatore-starter a 48 V e una batteria agli ioni di litio a 48 V e i vantaggi ottenuti in termini di efficienza sono legati, in parte, al fatto che il sistema permette alla Leon di procedere a motore spento in alcune situazioni di guida (funzione eco-coating), recuperare energia in frenata e supportare il motore con una leggera assistenza elettrica (funzione boost).

PHEV
La quarta generazione della Leon sarà disponibile anche nell’avanzata variante ibrida plug-in 1.4 eHybrid nella seconda metà dell’anno. L’accoppiamento del propulsore benzina 1.4 TSI con un motore elettrico, un pacco di batterie agli ioni di litio da 13 kWh e il cambio DSG con doppia frizione a sei rapporti consente all’insieme di sviluppare una potenza di 204 CV (150 kW).

La versione ibrida plug-in permette, inoltre, al conducente di guidare in modalità totalmente elettrica, con un’autonomia di circa 60 km sfruttando unicamente l’energia immagazzinata nella batteria della vettura: l’ideale per aumentare l’efficienza o per muoversi in ambito urbano, dove le normative in materia di qualità dell’aria sono più stringenti. La versione ibrida plug-in sarà disponibile sia per la versione hatchback, sia Sportstourer.

Metano
Sempre nella seconda metà dell’anno, la nuova Leon offrirà come opzione un motore 1.5 TGI a metano, abbinabile sia al cambio manuale, sia DSG, che eroga una potenza di 130 CV (96 kW).

La vettura integra tre serbatoi per il metano con un volume netto complessivo di 17,3 kg, garantendo alla nuova Seat Leon 2020 un’autonomia di 440 km senza necessità di fare rifornimento. Nel caso in cui l’autonomia a metano dovesse terminare, il motore passa automaticamente all’alimentazione a benzina per poter raggiungere la più vicina stazione di rifornimento a metano. Una volta arrivati, l’operazione di rifornimento è semplice come per qualsiasi altra vettura della gamma.

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Citroen C5 Aircross C-Series

Citroen C5 Aircross C-Series: nuovi colori e personalizzazioni

metano self service

Distributori Metano Self Service in arrivo nel 2020

dieselgate

Germania: Volkswagen condannata a risarcimento per il Dieselgate