Sospensione assicurazione auto e moto

Come sospendere l’assicurazione auto e moto quando non si usa

Scopri tutto quello che c'è da sapere sulla sospensione della polizza auto

16 novembre 2020 - 9:00

La sospensione dell’assicurazione auto o moto è possibile, purché la vettura o la moto non sia parcheggiata in strada o luogo pubblico. I passaggi sono semplici, chiariamo alcuni dubbi e aspetti della sospensione della polizza. Nonostante quanto riportato da diverse fonti di informazione, la possibilità di sospendere l’assicurazione auto e moto c’è sempre stata.

Prima di tutto, c’è da chiarire che ci interessa sospendere l’assicurazione per i mezzi che non usiamo e che NON sono parcheggiati in strada o luogo pubblico.

Sospensione dell’assicurazione auto: cos’è?

La sospensione dell’assicurazione auto e moto avviene quando si è certi di non utilizzare la propria automobile per un lungo periodo. In questo modo è possibile risparmiare, perché la durata della polizza viene prorogata quanto il periodo nella quale l’auto è stata ferma.

I requisiti per la sospensione dell’assicurazione auto e moto

Come già accennato, l’automobile deve essere parcheggiata o ricoverata in uno spazio privato, quindi all’interno di una proprietà o di un garage. Se parcheggiate quindi l’auto in strada, non sarà possibile chiedere la sospensione dell’assicurazione auto.

Ovviamente, anche la situazione amministrativa e contabile della polizza deve essere regolare. In pratica, l’assicurazione deve avere già ricevuto tutti i relativi documenti e pagamenti. Attenzione, perché la polizza dell’auto deve avere una durata residua di almeno 30 giorni.

Come si chiede la sospensione dell’assicurazione auto e moto?

A seconda della propria compagnia assicurativa si potrà semplicemente fare una richiesta online direttamente sul sito dell’assicurazione, oppure dover inviare un documento via email o via fax.

Quanto risparmio con la sospensione della polizza?

A seconda delle compagnie e a seconda della polizza sottoscritta, per poter usufruire della sospensione c’è un periodo minimo per il quale la vettura deve essere tenuta ferma, può essere di una settimana ma anche 30 o 60 giorni.

Facciamo un esempio. Se l’assicurazione chiede un fermo minimo di 30 giorni, la data di scadenza si aggiornerà di un numero di giorni pari a quelli di sospensione: se verrà tenuta ferma per 40 giorni, la data di scadenza sarà spostata di 40 giorni. Chiedendo la riattivazione nei primi 30 giorni la data di scadenza della polizza non varia. E’ necessario quindi verificare questo dato nella polizza sottoscritta.

In ogni caso, prima di procedere controllate cosa dice il vostro contratto di polizza a proposito di costi di riattivazione.

Come ci si difende dalle polizze false online? Per saperne di più clicca qui >>>

 

 

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Kia auto elettriche e mobilità sostenibile

Kia auto elettriche e mobilità sostenibile: 7 nuovi veicoli elettrici entro il 2027

Renault 5 Prototype

La Renault 5 Prototype è bella, ma è sensata per le nostre strade?

obd2

OBD2: i migliori Scanner Diagnostici 2021