Fast and Furious Hobbs and Shaw

Fast and Furious Hobbs and Shaw: fuoristrada, moto e pickup, tutti i veicoli del film

Dwayne Johnson e Jason Statham riprendono i loro ruoli di Luke Hobbs e Deckard Shaw.

22 marzo 2020 - 11:00

Fast and Furious Hobbs and Shaw ha aperto una nuova porta nell’universo di Fast & Furious, trascinando l’azione in tutto il mondo: da Los Angeles a Londra, e dal deserto tossico di Chernobyl alla lussureggiante bellezza delle isole Samoa.

Fast and Furious Hobbs and Shaw amplifica l’umorismo tagliente e l’azione ad alto tasso adrenalinico, e porta i fan verso una nuova direzione, dove gli amati Luke Hobbs e Deckard Shaw stringono un’improbabile alleanza che fornisce altresì una visione approfondita dei loro passati.

Mentre l’azione cruenta è sempre stata una componente chiave del successo della serie di Fast della Universal, le auto giapponesi ad alta velocità NOS fueled, le eleganti berline europee e le vecchie muscle car americane presenti nei film, hanno affascinato e incantato il pubblico di tutto il mondo.

Dennis McCarthy, coordinatore di auto per il cinema che da tempo lavora nella saga, torna anche in Hobbs & Shaw per curare e personalizzare l’esclusiva flotta di veicoli del film. McCarthy e il suo omologo londinese Supervisore dei veicoli cinematografici Alex King, hanno portato i loro gusti e la loro passione per tutto ciò che riguarda il settore automobilistico, mostrando un’impressionante esposizione di veicoli da Londra a Los Angeles fino alle Hawaii.

Con un enorme numero di veicoli personalizzati necessari per le riprese su più unità cinematografiche in due diversi continenti, McCarthy e King si sono divisi un compito molto impegnativo per fornire ai suoi colleghi cineasti i veicoli più belli e distintivi per soddisfare le loro esorbitanti ambizioni per il film. L’elenco comprendeva fuoristrada, Range Rover, motociclette, camion militari, pickup, auto da strada e veicoli performanti di alta gamma, tutti elementi essenziali per realizzare l’azione immaginata da Leitch.

Fast and Furious Hobbs and Shaw: progettare veicoli autentici della cultura samoana

L’autenticità era la chiave per rappresentare la vita a Samoa, e questo è valso anche per i veicoli. Fortunatamente, McCarthy ha scoperto che anche in una nazione insulare del Pacifico, ci sono persone appassionate di auto. Una volta letta la sceneggiatura, ha iniziato a capire quel che sarebbe stato necessario al suo dipartimento, tra cui uno studio sulla cultura automobilistica samoana, la conoscenza delle strade e persino la presenza delle forze dell’ordine nel paese. Come per le scenografie, i costumi e il casting, le automobili sono state parte integrante della riproduzione del luogo e della sua cultura.

Quello che ha più colpito McCarthy è stato che i Samoani in genere seguono ancora il vecchio stile per costruire dei bus da pick up Toyota, o dipingere auto e motociclette con colori vivaci e poi decorarli con disegni grafici, adesivi e loghi. Gli ha ricordato la sua esperienza di fabbricazione e acquisto di auto per la sequenza cubana in Fast and Furious 8.

McCarthy è un appassionato di auto al 100%, e per lui la bellezza è nei dettagli. Per necessità e il desiderio di essere il più autentico possibile, ha inviato la sua squadra a Samoa per cercare componenti industriali per ampliare il loro inventario.

A seguito di una fortunata ricerca sono stati reclutati una decina di hot rod tra cui una Chevy Nova del 1967 sovralimentata, un T-Bucket (una Ford Model T ampiamente ricostruita) e un pickup Ford del 1932 che avrebbero riempito il set del garage degli Hobbs.

McCarthy e il suo team hanno anche acquistato delle attrezzature e dei pezzi dalle autorimesse locali per modificare i loro veicoli e per dare maggiore autenticità al set. McCarthy ha poi collaborato con lo scenografo Scheunemann per aggiungere dei colori complementari e per invecchiare alcuni dei veicoli con la corretta patina arrugginita.

Commenta per primo