moto elettrica

La moto elettrica super sportiva cinese costa solo 3.500 euro

La YCR è la moto elettrica cinese da 3.500 euro con velocità massima di 140 km/h ed autonomia fino a 130 km.

6 aprile 2022 - 13:00

C’è una moto elettrica supersportiva cinese in vendita alla bellezza di 3.500 euro. Un prezzo stracciato per un mezzo che promette faville, o quasi. Sul serbatoio la scritta sembra indicare la marca Wuben, ma difficilmente riuscirete a trovate informazioni precise, almeno per quanto riguarda siti realizzati con linguaggi non cinesi.

Ebbene, questa moto elettrica utilizza un motore elettrico brushless da 2 kW posizionato direttamente sulla ruota posteriore. Il peso è di 100 kg senza il pacco batterie, al litio da 72 v 20ah-80ah.

La velocità massima dichiarata è di 140 km/h per una autonomia massima che si aggira tra gli 80 ed i 130 km. La ricarica completa viene effettuata in 4/6 ore.

Dove trovarla? Il produttore in realtà è YCR Motor, che è un marchio della Jiangsu Baodiao. Veniamo allora a scoprire che si tratta della versione elettrica del Jiaolong, che utilizza un motore endotermico Wuben di 400 cc, ed ecco forse la spiegazione della scritta sul serbatoio.

Ovviamente il tricolore non rappresenta nulla di italiano, così come la scritta 1199 Sport è stata piazzata per bellezza, anche se è facile capire il riferimento.

Detto questo, il prezzo è davvero di 3.552 euro, ai quali bisogna aggiungere 1.645 euro di spedizione. Tutta da vedere invece la possibilità di utilizzare la moto elettrica sulle strade italiane, visto che arriva a destinazione senza omologazione. Voi vi fidereste?

Negli USA c’è qualcuno che ha tentato l’avventura. Qui sotto un video su cosa aspettarsi quando arriva il mezzo, che ovviamente non ha le dimensioni di un pacco Amazon. Il modello ripreso nel video non è l’YCR ma è comunque significativo.

A questo punto una considerazione. I cinesi producevano automobili di scarsa qualità fino ad una decina di anni fa, salvo fare passi da gigante negli ultimi anni. Allo stesso modo sappiamo che aziende occidentali producono moto di buona fattura in Cina, per poi rivenderle in Europa.

Non è così difficile da credere che dietro a questi esperimenti ci sia invece la volontà di mangiarsi in un sol boccone il futuro mercato delle moto elettriche.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Casco Shark Evo-ES 2022

Casco Shark Evo-ES 2022: pensato per chi ama viaggiare

Husqvarna gamma Motocross 2023

Husqvarna gamma Motocross 2023: nuovi motori per massime prestazioni

Bulgari Aluminium Ducati Special Edition

Bulgari Aluminium Ducati Special Edition: il cronografo in edizione limitata