A Napoli, durante l’inaugurazione di un negozio, è scoppiata la polemica a causa dell’utilizzo di un’ambulanza privata come un taxi per alcuni TikToker. L’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate” e il deputato Francesco Emilio Borrelli hanno denunciato l’accaduto.

L’autista dell’ambulanza è stato convocato dalla polizia locale per rispondere delle violazioni commesse, tra cui l’uso improprio del mezzo di soccorso e dei dispositivi acustici in assenza di una reale emergenza. La polizia locale ha inoltre segnalato la ditta proprietaria dell’ambulanza alla prefettura di Napoli per i provvedimenti del caso.

Il deputato Borrelli ha espresso la propri indignazione sulla questione, sottolineando che la professione sanitaria è stata infangata dall’utilizzo improprio dell’ambulanza e delle sue sirene, come si vede nel video. Inoltre, ha ribadito l’importanza di rispettare le regole e di sradicare dalla città la subcultura illegale e criminale.

Dal canto suo, la polizia locale ha notificato una sanzione da 1000 euro al negoziante che ha organizzato un vero e proprio spettacolo con musica ad altissimo volume per l’inaugurazione del suo negozio. Gli agenti hanno anche comminato altre due multe, una per l’organizzazione senza autorizzazione dello spettacolo e l’altra per irregolarità riscontrate nelle insegne pubblicitarie dell’esercizio commerciale.

La vicenda ha sollevato molte polemiche e indignazione tra la popolazione di Napoli, soprattutto per l’utilizzo improprio di un mezzo di soccorso che dovrebbe essere utilizzato solo per le emergenze mediche. Inoltre, l’utilizzo delle sirene a fini privati ha creato allarme tra i cittadini e ha dimostrato un evidente disprezzo per le norme del codice della strada.

L’episodio ha suscitato anche l’attenzione dei media nazionali, che hanno riportato la notizia con grande enfasi. Molti commentatori si sono chiesti come sia possibile che un’ambulanza possa essere utilizzata come un taxi, ignorando completamente la sua funzione primaria di mezzo di soccorso. Altri hanno invece messo in discussione la responsabilità dell’organizzatore dell’inaugurazione, che avrebbe dovuto verificare che il servizio di trasporto dei suoi ospiti fosse effettuato nel rispetto delle regole.

In ogni caso, l’episodio ha evidenziato una volta di più la necessità di una maggiore attenzione e rispetto per i mezzi di soccorso e per i professionisti sanitari che vi lavorano. L’ambulanza è uno strumento essenziale per garantire la salute e la sicurezza dei cittadini, e la sua utilizzazione impropria rappresenta una grave violazione delle regole e dei principi etici della professione medica.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.