Airbus Move

Airbus Move: i sedili dei voli del futuro

Viene voglia di partire subito...

2 marzo 2019 - 13:00

Airbus Move non è un nuovo tipo di aereo oppure un nuovo genere di apparato di volo. Airbus si preoccupa infatti di come farci stare più comodi anche in classe economica. E lo fa nel migliore dei modi, pensando ad un rivoluzionario e super ergonomico sedile per i nostri viaggi in aereo.

Il problema della soddisfazione del passeggero durante il volo, passa soprattutto da quanto può stare comodo e, ovviamente il progetto di un buon sedile diventa fondamentale. Il designer Benjamin Hubert ha raccolto questa sfida cercando di applicare le più moderne tecnologie al fine di realizzare qualcosa di veramente unico, sotto la supervisione di Airbus. Il risultato? Sì chiama “Airbus Move” ed è un sedile dotato di tessuti intelligenti, in pratica forniti di sensori in grado di tenere sotto controllo temperatura e  movimenti del passeggero. Il materiale usato per Airbus Move, finemente traforato, è leggero e molto robusto, con uno spessore minimo, in grado di fare risparmiare peso ed ingombro alle compagnie aeree. E fino a qui sarebbe qualcosa di abbastanza normale.

Airbus Move: la dotazione tecnologica

L’innovazione apportata da Airbus Move sta nel fatto che i sensori inseriti nel sedile comunicano con un apposita applicazione, utilizzabile dal passeggero. I dati raccolti vengono elaborati durante tutto il volo e, l’applicazione suggerisce come sia meglio stare seduti, o quando sia necessario fare un po’ di movimento a bordo dell’aereo, per riattivare la circolazione e farci sentire meno stanchi del viaggio. Per rendere ancora più comodo il nostro posto a sedere, Hubert ha pensato di poter inserire i classici sistemi di intrattenimento, un piccolo tavolino come supporto per i nostri oggetti e la possibilità di fare scomparire i braccioli che separano i singoli posti, trasformando la fila in una grande panchina unica.

Un telaio di alluminio avvolto da leggerissimo poliestere, rappresenta il cuore della struttura, semplice e al tempo stesso efficace. L’obbiettivo comune di Hubert e Airbus è quello di aumentare il comfort anche per i passeggeri che devono effettuare voli a corto raggio e, per la prima volta forse, fare arrivare le migliori soluzioni anche in economy. Un anno e mezzo di ricerca sembrano essere approdati ad un ottimo risultato, facendoci ben sperare per i voli futuri della maggioranza dei passeggeri, che forse non dovranno più subire i postumi, a volte persino dolorosi, dovuti alla scomodità di stare incastrati e prigionieri, per qualche ora, di un sedile non proprio amichevole.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

cibo da aereo

Il ristorante che serve solo cibo da aereo è a Kuala Lumpur

tergicristalli per aerei

Tergicristalli per aerei: come funzionano?

clacson

Anche gli arerei usano il clacson?