Auto volanti elettriche Airspeeder

Auto volanti elettriche Airspeeder: c’è anche Acronis

Il campionato Airspeeder incomincia a prendere forma

17 settembre 2020 - 7:00

Si avvicina a grandi passi la data di inizio del campionato mondiale Airspeeder di auto volanti elettriche. E sempre più numerose sono le partnership coinvolte in quella che viene definita la Formula uno dei cieli. Importantissima la decisione di collaborazione tra Alauda, che realizza i mezzi che sfrecceranno davanti al pubblico, ed Acronis, colosso mondiale per la sicurezza e protezione dei dati.

Le auto volanti elettriche coinvolte nella competizione, sostanzialmente delle monoposto volanti da 130 km/h, dovranno scambiare infatti numerosi dati di telemetria al suolo, ai relativi team di appartenenza, con un’ efficienza nel sistema della comunicazione e della sicurezza, che richiede l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia.

Airspeeder: le gare delle auto volanti elettriche

Acronis già forte anche dell’esperienza in Formula 1, si pone senza dubbio come uno dei migliori punti di riferimento nel settore. Fondamentale rimane la cybersicurezza, che non permetta manomissioni od intrusioni dall’esterno, mantenendo la facilità di accesso e la velocità di elaborazione di tutti i dati necessari per gestire competizioni di questo tipo.

Per fare un piccolo esempio pratico, i piloti delle auto volanti elettriche saranno in grado di monitorare lo stato del velivolo in ogni apparato vitale, e gli ingegneri potranno, in base all’emergere di nuove condizioni sia ambientali che tecniche, rifinire al meglio le strategie di gara. Persino i tifosi potranno usufruire di informazioni dettagliate per seguire al meglio lo svolgersi delle competizioni.

A questo campionato potranno partecipare tutti i team che acquisteranno da Alauda, produttore unico ed esclusivo, le auto volanti elettriche dotate di tutte le attrezzature per la messa a punto, andando sostanzialmente a creare un campionato molto equilibrato sotto il profilo tecnico che punta a mettere in risalto le migliori strategie di gara, unite alle abilita dei team e dei piloti nella gestione dei mezzi.

Notevole risalto viene dato al coinvolgimento del pubblico che potrà seguire la gara da diverse piattaforme social e attraverso canali appositamente creati, e anche qui Acronis realizzerà un lavoro importantissimo per poter collegare le comunità di tifosi con gli eventi in diretta, gestendo ovviamente una gran mole di dati. Lo scopo nella creazione di questa nuova formula sportiva è quello di accelerare il progresso nelle tecnologie elettriche volanti, che saranno il futuro del trasporto aereo privato e di massa.

Questi nuovi mezzi che sono raccolti sotto la sigla di eVTOL, veicoli elettrici a decollo e atterraggio verticale, vedono una crescente attenzione e partecipazione anche di giganti del settore automobilistico e dell’aviazione come Daimler, Uber, Toyota, Hyundai e Airbus, uniti nell’obiettivo di creare un nuovo modo di muoversi, liberando le città dai congestionamenti inutili di traffico, riducendo i tempi di spostamento, con un occhio di riguardo alla salvaguardia dell’ambiente, sfruttando la terza dimensione per la prima volta nella storia dei trasporti urbani.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ferrari Omologata

Ferrari Omologata: quando il sogno del V12 si avvera.

Hyundai Elantra N TCR

La Hyundai Elantra N TCR è cattivissima, e bellissima!

Linda Morselli e Fernando Alonso

Linda Morselli: la fidanzata di Fernando Alonso su Instagram