I nuovi incentivi 2024 premiano in particolare i modelli a batteria, che con la rottamazione usufruiscono di sconti fino a 13.750 euro: ecco le auto elettriche più economiche da acquistare con i bonus e quanto costano.

Auto elettriche e incentivi: un binomio da sempre molto atteso, dati i prezzi di listino delle vetture a zero emissioni, in media ancora elevati rispetto a quelli delle motorizzazioni tradizionali. In questi mesi l’attesa è stata ancora maggiore: i nuovi bonus, infatti, premiano in maniera particolare le auto elettriche, con sconti che arrivano fino a 13.750 euro.

Prima di vedere quali sono le auto elettriche più economiche da acquistare con gli incentivi a giugno 2024, riassumiamo come funzionano gli sconti sui modelli a batteria. Prima di tutto, per ottenere il bonus, il prezzo di listino deve essere inferiore a 42.700 euro, Iva inclusa.

Auto elettriche
Image: Yayimages

L’entità dell’incentivo sulle auto elettriche, poi, dipende da due discriminanti: la rottamazione e l’ISEE. Senza rottamazione gli sconti partono da 6.000 euro con ISEE superiore a 30.000 euro e arrivano a 7.500 euro con ISEE entro i 30.000 euro. Con rottamazione si parte da 8.000 euro con la sostituzione di una Euro 5 e si sale fino a 13.500 euro con vari step intermedi, a seconda della classe ambientale della vettura rottamata e dell’ISEE. I fondi disponibili sono sempre consultabili sul sito del Mise.

Le auto elettriche più economiche: i prezzi con gli incentivi 2024

Fiat 500e

Iniziamo la nostra panoramica da un’auto elettrica molto popolare, la Fiat 500e, che parte da un prezzo di 29.950 euro. Con gli incentivi, quindi, si arriva a 16.200 euro. Stiamo parlando della versione più adatta alla città, la Red, disponibile in diverse configurazioni. Questa variante, dotata di una potenza di 95 Cv, ha un’autonomia di 190 km.

Fiat 500e
Image: Quotidiano Motori

Le versioni più accessoriate, invece, offrono un’autonomia maggiore, arrivando fino a 320 km, rendendo la piccola italiana ideale anche per i viaggi. Con i bonus, in ogni caso, il Cinquino a batteria riesce a proporsi sul mercato a cifre decisamente accattivanti: averlo con 20.000 euro o poco più oggi è una realtà.

Smart EQ fortwo

Ecco un’altra cittadina, la Smart EQ fortwo: andrà presto in pensione per cedere tutta la scena alla sorella Smart #1 ma intanto è una delle auto elettriche più economiche con gli incentivi. La sua autonomia di 132 km la rende ideale per i brevi spostamenti urbani e il prezzo di listino di 25.210 euro, con la rottamazione di un’auto datata arriva a 11.740 euro.

Smart EQ fortwo
Image: Smart

DR 1.0 EV

Una delle novità più interessanti degli ultimi mesi è la DR 1.0 EV, l’elettrica della Casa molisana, destinata a diventare l’erede della Smart. Dimensioni contenute, un motore elettrico da 61 Cv e 150 Nm di coppia, trazione posteriore: queste sono le principali caratteristiche della DR elettrica. La batteria ha una capacità nominale di 31 kWh, e offre un’autonomia di circa 210 km secondo il ciclo WLTP misto e fino a 294 km nel ciclo urbano.

DR 1.0
Image: DR Automobiles

Il prezzo di listino è di 24.900 euro, quindi con il massimo sconto offerto dagli incentivi 2024 si arriva a 11.150 euro.

Renault Twingo E-Tech

La Renault Twingo elettrica è da qualche anno una delle auto elettriche più economiche e adatte alla città. Con un motore da 82 Cv e una piccola batteria da 22 kWh, è in grado di offrire un’autonomia di 190 km, che diventano 270 km sul ciclo urbano. Il prezzo di listino parte da 24.050 euro, quindi con i bonus si può acquistare la Twingo a 10.300 euro.

RENAULT TWINGO E-TECH ELECTRIC
Image: Renault

Dacia Spring

L’auto elettrica più economica, lo sappiamo, è la Dacia Spring. Recentemente rinnovata, offre la motorizzazione ormai affermata da 45 Cv accanto a quella nuova e più potente da 65 Cv. Il punto di forza della Spring è costituito dalla sua batteria, che ha una capacità di 26,8 kWh e consente alla Dacia elettrica di raggiungere un’autonomia dichiarata, secondo il ciclo WLTP, superiore ai 220 km.

Nuova Dacia Spring 2024
Image: Dacia

Un’autonomia sufficiente per coprire sia gli spostamenti urbani che quelli brevi extraurbani, garantendo una buona flessibilità. Inoltre, la batteria è progettata per ottimizzare l’efficienza energetica. La nuova Spring parte da 17.900 euro di listino, quindi con una Euro 0, 1 o 2 da rottamare e un’ISEE entro i 30.000 euro è possibile acquistarla con meno di 5.000 euro: a partire da 4.150 euro, per la precisione.

Non perderti le ultime notizie e condividi opinioni ed esperienze commentando i nostri articoli:

• Iscriviti ai nostri canali Telegram e Whatsapp per gli aggiornamenti gratuiti.
• Siamo su Mastodon, il social network libero da pubblicità e attento alla privacy.
• Se preferisci, ci trovi su Flipboard e su Google News: attiva la stella per inserirci tra le fonti preferite!

 

Iscriviti al nostro canale Whatsapp e rimani sempre aggiornato!