Dacia Spring

Le 6 auto elettriche economiche per la città: prezzi, autonomia e caratteristiche

Una scelta sempre più diversificata ci porta a considerare le migliori auto elettriche per girare in città: economiche con autonomia sufficiente per andare ovunque senza preoccupazioni per la ricarica.

1 marzo 2022 - 8:00

L’auto elettrica nasce per la città e per vivere in contesti urbani: sono le metropoli ad avere il maggior numero di colonnine pubbliche, e che con i loro continui rallentamenti tengono carica la batteria grazie allo sfruttamento dell’energia cinetica.

Usare una vettura a emissioni 0 in città, inoltre, toglie completamente l’ansia di rimanere “a secco” in quanto ogni veicolo elettrico odierno può tranquillamente essere usato in contesti urbani e ricaricato anche ogni 4-5 giorni a seconda delle percorrenze; senza contare, che le auto elettriche low-range sono anche quelle più economiche sul mercato. Vediamo quindi 5 auto elettriche economiche con anima cittadina già disponibili sul mercato.

Tutte le auto elettriche saranno presentate con i loro prezzi di listino in vigore nel momento della pubblicazioni: senza, quindi, sconti o promo della casa automobilista o incentivi statali e regionali che però si possono sempre applicare e, a seconda del periodo, riducono notevolmente il prezzo di partenza.

Auto elettriche low range: Fiat 500 Elettrica

La nuova Fiat 500 Elettrica è la prima vettura a 0 emissioni del marchio torinese dall’esperimento, coraggioso ma non troppo riuscito, della Fiat Panda Elettra del 1990. Disponibile nelle versioni coupé, cabrio e 3+1, la Fiat 500 Elettrica è venduta in vari allestimenti, che vanno da 185 km di autonomia per l’allestimento più basso, fino a 320 km per le versioni più complete.

Giovanile e iconico, il design non è stravolto rispetto al passato, ma notevolmente migliorato, soprattutto per quanto riguarda gli interni, ora più raffinati nei materiali, e con un nuovo sistema di infotainment al passo coi tempi. I prezzi partono da 27.000 euro per la Fiat 500e Action, e arrivano a 36.700 per la versione più ricca e curata “La Prima”. Il nostro Robin se ne è talmente innamorato che ha deciso di comprarla!

Auto elettriche low range: Renault Zoe

La Zoe è una vera e propria icona delle elettriche, e best seller per la casa francese. Si tratta di una delle prime ultracompatte elettriche ed economiche presentate, un modello presente – con grossi miglioramenti – da ormai 10 anni.

L’ultima versione vede un miglioramento del design e della qualità degli interni, con una nuova plancia completamente ridisegnata e comfort. Inoltre, è stata migliorata l’autonomia: con un pacco batterie da 52 kWh, la nuova Zoe dichiara 395 km di autonomia e diverse soluzioni di ricarica, che la rendono adatta anche a piccoli spostamenti extraurbani come le gite fuori porta. Il prezzo aggiornato a marzo 2022 parte da 34.500 euro.

Auto elettriche low range: DR Evo 3 Electric

Molto spesso dimenticato, il marchio molisano fondato nel 2006 non ha mai cessato le sue attività, e continua la realizzazione di vetture con componenti delle case automobilistiche cinesi Chery Automobile e JAC Motors. DR sopravvive nonostante le crisi, grazie ad auto economiche che riescono ad avere sempre la loro nicchia di mercato. E con la DR Evo Electric dimostra anche la volontà di rimanere al passo coi tempi.

La Evo Electric è il primo SUV elettrico del marchio italiano, e vuole essere una vettura non esclusiva, ma semplice, concreta, pratica ed affidabile. Il motore è a sincrono a magneti permanenti con pacco batterie da 40 kW/h, che permette un’autonomia di 300 km. Economica non vuoi dire non tecnologica: la DR Evo Electric supporta la fast charge che permette di ricaricare la vettura all’80% in 40 minuti, mentre la ricarica slow impiega 8 ore. Altro vantaggio è che come tutte le vetture del marchio, la DR Evo Electric viene venduta full optional a 34.160 euro.

Auto elettriche low range: Smart EQ ForTwo

Letteralmente, e da sempre, la cittadina per eccellenza. Con l’ultimo restyling, il marchio, ora finito a metà sotto le mani di Geely insieme a Volvo e ai Taxi di Londra, ha eliminato ogni motorizzazione termica, lasciando esclusivamente la versione EQ elettrica. Il restyling ha visto anche un nuovo stile, con nuovi gruppi ottici Full LED sia davanti che dietro, e in particolari i fari posteriori hanno ora una nuova trama. Cambia anche il frontale: si perde il logo Smart, in favore della scritta, e la griglia passa nella zona inferiore, dove c’è anche la targa.

Per il resto, è sempre la Smart: piccolissima e unica nel suo genere. L’autonomia è compresa tra 147 e 149 km, quindi esclusivamente urbana. Il caricatore di bordo è da 22 kW e permette di ricaricare la batteria all’80% con wallbox o colonnine pubbliche in meno di 40 minuti. Tante le novità tecnologiche: si possono cercare parcheggi liberi e farsi guidare fino ad essi, si può condividere la vettura con amici o famiglia, ritrovarla se non ci si ricorda dove la si ha parcheggiata, tutto grazie a Smart EQ Control e ad altri servizi offerti da applicazioni mobile. Il prezzo parte da 27.419 euro, in linea con quella che per ora è la principale rivale, la Fiat 500 elettrica.

Auto elettriche low range: Dacia Spring

Da noi provata di recente, la Dacia Spring è la proposta elettrica più economica sul mercato, già dal prezzo di lancio di 20.450 euro, che però con gli incentivi può scendere sotto i 10.000. Una vettura davvero interessante, dal design moderno e più ricercato rispetto alle Dacia del passato, senza fronzoli e con tanta tecnologia.

Con lei, oltre ad avere un mezzo ideale e realmente economico da usare come seconda auto in città, per gli spostamenti quotidiani e via dicendo, si ha anche al contempo tutta la reattività e la coppia tipici di un motore elettrico, e questo anche se la scheda tecnica non fa gridare al miracolo: “appena” 44 CV, più che sufficienti a garantire uno scatto davvero importante sia grazie alla coppia, che grazie al peso ridotto.

Auto elettriche low range: Volkswagen e-Up!

Nella lista entra di diritto anche la piccola di Wolfsburg, nella sua versione elettrica.

La Volkswagen e-Up! è identica alla Up a motore benzina, ma monta un motore elettrico da 81 CV con coppia massima di 210 N/m, molto brillante. L’autonomia dichiarata è di 160 km, mentre il prezzo parte da 25.850 euro.

Auto elettriche low range: Renault Twingo E-Tech Electric

Altro asso nella manica del gruppo Renault è la piccola Twingo, ultra-compatta a cinque porte che nasce sulla stessa piattaforma della Smart, di recente commercializzata anche in variante elettrica (e a ragione, come dimostra la nostra prova).

La Twingo E-Tech Electric è una vera cittadina, e si vede che è europea: ha un raggio di sterzata impressionante, e una larghezza ridotta che la rendono perfetta per districarsi nelle strette vie delle città del Vecchio Continente, e a ridurre al minimo il numero di manovre. Con un’autonomia di 190 km su ciclo misto, ha un prezzo che parte da 22.750 euro.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Kia Soul 2023

Kia Soul 2023: il restyling debutta negli States

La Smart #1 per la Cina ci dice chi produce le sue batterie

Auto elettriche in arrivo

Incentivi auto 2022: come funzionano e come ottenere il bonus