foxtron model e

Foxconn passa dalla produzione di iPhone a quella di auto elettriche Foxtron: cosa c’è dietro?

Foxconn scende in campo con due auto elettriche da 1000 km di autonomia, una delle quali disegnata da Pininfarina.

19 ottobre 2021 - 10:09

Non deve essere così difficile la produzione di auto elettriche, visto il proliferare di nuovi marchi cinesi che si vogliono cimentare nel settore. Ci prova anche il colosso tecnologico Foxconn, noto ai più come produttore conto terzi di BlackBerry, iPad, iPhone, iPod, Kindle, praticamente di tutte le console Nintendo, Xbox e PlayStation, ma anche di Google Pixel e Xiaomi. Un elenco sterminato che potrebbe proseguire, e che fa capire le dimensioni dell’azienda.

Ebbene, in questi giorni Foxconn ha presentato il proprio marchio automobilistico Foxtron, con i primi prototipi che a quanto pare sarebbero già pronti ad invadere il mercato. Niente fantasia sul fronte dei nomi, con il crossover Model C, la berlina Model E e l’autobus Model T. Nomi che dovranno essere sicuramente rivisti, perché è certo che Ford non permetterà mai a nessuno di scipparle “Model T” così come in passato aveva bloccato Tesla dall’usare il nome Model E per la Model 3.

 

Chi c’è dietro a Foxtron, che ha già un piede negli USA.

Foxtron è stata fondata un anno fa come joint venture tra Foxconn e Yulon Motor Group, una casa automobilistica taiwanese che nel corso degli anni ha costruito auto su licenza Jeep, Mercedes e Nissan. All’inizio del 2021 Foxconn ha investito nella Byton, della quale avevamo parlato anni fa, ed ha anche siglato una joint venture con Geely.

Ma non è tutto. Poche settimane fa Foxconn ha annunciato l’acquisizione dell’ex stabilimento General Motors a Lordstown, Ohio. È possibile che Foxconn costruisca alcuni veicoli Foxtron proprio negli USA, anche se inizialmente utilizzerà l’impianto per costruire un’auto elettrica economica per Fisker ed il pick-up elettrico Endurance per Lordstown Motors, attuale proprietario dello stabilimento.

 

C’è la mano di Pininfarina

Model C e Model E sono basati sulla piattaforma modulare EV di Foxconn presentata un anno fa. Il modello C è un piccolo crossover con 5+2 posti a sedere e abbastanza grinta per un’accelerazione 0-100 km7h in 3,8 secondi. La Model E, disegnata da Pininfarina, è una berlina di medie dimensioni con una potenza di circa 750 CV per un’accelerazione 0-100 in 2,8 secondi.

Entrambi i veicoli dovrebbero avere un’autonomia di più di 1.000 km, anche se Foxconn non ha specificato su quale ciclo di omologazione. Il lancio della Model C è previsto intorno al 2023 a Taiwan, utilizzando uno dei marchi di Yulon, forse Luxgen. Non ci sono invece notizie certe su quando entrerà in produzione Model E.

 

Model T è il più vicino a raggiungere la produzione. Il bus elettrico dovrebbe raggiungere una velocità massima di 120 km/h ed una autonomia attorno ai 400 km. Dovrebbe entrare in produzione nel 2022 e sarà inizialmente utilizzato a Taiwan.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Giochi auto

5 giochi auto ancora attuali sotto i 20 euro

Skoda Kamiq Monte Carlo

Skoda Kamiq G-tec: il SUV a metano

polizia

Leggi strane: le normative di guida più bizzarre e strambe del mondo