regali di natale economici

Idee per regali di Natale 2020 originali ed economici: i libri più belli

Regali di Natale economici e originali con libri che meritano di essere regalati.

4 dicembre 2020 - 11:22

Quando si vive in periodi di ristrettezza, può essere interessante avere idee per regali di Natale originali ma economici. Cosa regalare quindi? Come fare un pacchetto per tutti che non sia banale e possa piacere, senza dissanguare le finanze domestiche? La soluzione utile, educativa e piacevole per fortuna c’è ed è rappresentata dal classico libro, inossidabile e intramontabile. Vorremmo quindi, con un po’ di anticipo consigliarvi qualche libro come regalo di Natale originale, che sicuramente farà felice un appassionato dell’aviazione ma che non deluderà nemmeno il lettore curioso.

Fondocorsa. Mille Miglia, una vita e un gatto di Giorgio Teruzzi

Un bel libro di Giorgio Teruzzi nei un regali di Natale economici, originali e sicuramente apprezzati dagli appassionati. Il prezzo su Amazon è veramente imbattibile, controllate qui sotto.

“Non si sa mai com’è esattamente. Ma è così. Persone che ti stanno vicine come altre, in mezzo ad altre, ma inavvertitamente oppure volontariamente, non importa, non si sa, sfiorano un nervo più sensibile, restano attaccate lì, in una zona intima, privata, protetta. Toccano un neo non accessibile ad alcuno. E da lì, da quella carne, da quel lembo di anima, non si staccano più, anche se spariscono, se muoiono o vanno a vivere in Perù. Ho sempre pensato che quella Mille Miglia fosse diventata un punto di svolta, per molte ragioni. Ascari aveva affrontato Ferrari, la sua storia, il proprio passato, su un terreno a lui non adatto, perfetto per cedere, ammettere un errore, scatenare un rimpianto. Invece, aveva vinto. Credo che in qualche modo avesse risolto. Si fosse trattato di un altro, di chiunque altro, l’avremmo avuto punto e basta, odio e rancore, in via definitiva. Con un altro, posso scommettere l’intero guardaroba, Ferrari avrebbe chiuso, duro com’era. Ma si trattava di Alberto Ascari”.

 

 

Volare alto. Appunti sulla felicità di un pilota delle Frecce Tricolori di Jan Slangen

E’ giusto volare in alto con la fantasia anche con i regali di Natale originali. Jan Slangen, ex comandante delle Frecce Tricolori, attraverso la propria esperienza in Aeronautica Militare, ci porta per mano nel mondo del volo e della passione per il cielo. Impegno dedizione e un amore costante per questa attività sono i valori che il libro emana esortando tutti coloro che vivono una passione, ad assaporarla appieno mediante la voglia di vivere. Un libro carico di entusiasmo per l’aviazione e di fiducia nei propri sogni.

Per Jan Slangen – già pilota e Comandante delle Frecce Tricolori – il volo rappresenta una metafora della vita. Per spiccare il volo, come per raggiungere i traguardi di ogni giorno, non bastano passione ed equilibrio, servono anche un paio di ali, reali o immaginarie, con cui realizzare i propri sogni.

Questo libro è la storia di un bambino curioso e attento che arriva a guidare la squadra di piloti più ammirata al mondo. Sfrecciando tra le nuvole, Slangen impara a vivere con i piedi saldamente a terra: dalla nascita della sua vocazione, quasi per caso, al lungo addestramento, fino a disegnare evoluzioni mozzafiato con i colori della bandiera italiana. Un viaggio tra emozioni e paure raccolte qui per la prima volta, un racconto sulla realizzazione dei propri desideri, sulla forza della fantasia e sul rigore che richiede, sulla ricerca di una felicità che spesso è molto più vicina di quanto pensiamo.

Queste pagine sono una dichiarazione d’amore. Se scrivo, è per provare a spiegare perché il volo fa innamorare così tanto. E, soprattutto, perché è così bello quando siamo ricambiati. Ma anche perché librarsi in aria riempie come nessun’altra cosa; perché, da lassù, tutto sembra più chiaro – fuori e dentro di noi; perché anche le cose e le persone più lontane, all’improvviso, ci appaiono più vicine; e perché ogni cosa sembra trovare un senso, più autentico, più alto, più profondo.“.

 

 

Diario di un Motociclista Dilettante: Dalla Sicilia a Capo Nord in moto di Simone Calandra

Regali di Natale economici ma di grande effetto, come questo libro dedicato agli appassionati ma anche ai “dilettanti”, come si definisce l’autore in modo simpatico e sincero.

Quando il protagonista decise di intraprendere un viaggio in moto in assoluta solitudine di oltre 10 mila km attraverso tutta l’Europa partendo dalla Sicilia fino al punto più a nord del continente Europeo, dove d’estate il sole non tramonta mai, non aveva nessuna conoscenza di meccanica né tanto meno esperienze di viaggi in motocicletta, ma la sfida era proprio quella… testare le proprie capacità in situazioni di difficoltà e trarre la forza interiore per affrontare qualsiasi avversità che un viaggio in solitaria poteva presentare e che non hanno tardato a presentarsi…

 

 

Una donna può tutto. 1941: volano le Streghe della notte di Ritanna Armeni

Un bellissimo regalo di Natale originale, dedicato alla memoria di un gruppo di donne russe eroiche, le Streghe della notte, durante la seconda guerra mondiale, protagoniste in prima linea, a volte con mezzi insufficienti, contro l’invasore nazista. Donne pilota che hanno dimostrato quanto vincente possa essere il patriottismo e la determinazione nel combattere un nemico tecnicamente superiore. Un capitolo spesso messo da parte che deve giustamente essere ricordato, meritevole forse di una bella pellicola cinematografica.

Le chiamavano Streghe della notte. Nel 1941, un gruppo di ragazze sovietiche riesce a conquistare un ruolo di primo piano nella battaglia contro il Terzo Reich. Rifiutando ogni presenza maschile, su fragili ma duttili biplani, mostrano l’audacia, il coraggio di una guerra che può avere anche il volto delle donne. La loro battaglia comincia ben prima di alzarsi in volo e continua dopo la vittoria. Prende avvio nei corridoi del Cremlino, prosegue nei duri mesi di addestramento, esplode nei cieli del Caucaso, si conclude con l’ostinata riproposizione di una memoria che la Storia al maschile vorrebbe cancellare. Il loro vero obiettivo è l’emancipazione, la parità a tutti i costi con gli uomini. Il loro nemico, prima ancora dei tedeschi, il pregiudizio, la diffidenza dei loro compagni, l’oblio in cui vorrebbero confinarle. Contro questo oblio scrive Ritanna Armeni, che sfida tutti i «net» della nomenclatura fino a trovare l’ultima strega ancora in vita e ricostruisce insieme a lei la loro incredibile storia. È Irina Rakobolskaja, 96 anni, la vice comandante del 588° reggimento, a raccontarci il discorso, ardito e folle, con cui l’eroina nazionale Marina Raskova convince Stalin in persona a costituire i reggimenti di sole aviatrici. È lei a descriverci il freddo e la paura, il coraggio e perfino l’amore dietro i 23.000 voli e le 1100 notti di combattimento. E a narrare la guerra come solo una donna potrebbe fare: «Ci sono i sentimenti, la sofferenza e il lutto, ma c’è anche la patria, il socialismo, la disciplina e la vittoria. C’è il patriottismo ma anche l’ironia; la rabbia insieme alla saggezza. C’è l’amicizia. E c’è – fortissima – la spinta alla conquista della parità con l’uomo, desiderata talmente tanto -e questa non è retorica – da scegliere di morire pur di ottenerla».

 

Le Mans la sfida del secolo: Ford, Ferrari e la battaglia per la gloria di A.J. Baime

Questo libro fa parte di quei Regali di Natale economici nel prezzo ma non certo nel contenuto, grazie al racconto di bel pezzo di storia dell’automobilismo sportivo.

All’inizio degli anni Sessanta, Enzo Ferrari dominava la scena automobilistica europea con le sue sfavillanti auto sportive: un design rivoluzionario unito a un tachimetro che superava i 260 km/h rendevano le sue macchine vera fantascienza su ruote.

Ma i rischi che l’alta velocità comportava gli avevano fatto guadagnare il soprannome «l’Assassino», a causa dei piloti che persero la vita correndo per lui. Nel frattempo, il giovane e inesperto Henry Ford II, che aveva preso in mano le redini della compagnia di suo nonno, sapeva che doveva cambiare le sorti dell’impresa di famiglia: la gente non cercava più il comfort in un’auto ma la velocità, non la sicurezza ma l’estetica.

Con l’aiuto del visionario Lee Iacocca e di un ex campione diventato costruttore, Carroll Shelby, Henry decise che l’innovazione della Ford sarebbe iniziata entrando nel mondo delle corse europee, partendo dalla prestigiosa, spaventosa, pericolosissima 24 Ore di Le Mans. La missione era tutt’altro che semplice: Ford doveva inventare e costruire una macchina in grado di battere l’indiscusso re rosso del circuito, e trovare un pilota tanto folle quanto audace che osasse accettare questa sfida. E Ken Miles era l’uomo giusto.

A.J. Baime trasporta i lettori in un’era dorata, in un momento glorioso in cui la spietata rivalità tra Ford e Ferrari ha raggiunto l’apice, tra incidenti mortali, velocità vertiginose e prove al limite dell’impossibile dei due piloti che avrebbero portato le due case automobilistiche alla vittoria o alla rovina.

 

Ali volanti di Luca Parrillo

Per gli appassionati di aviazione tra i regali di Natale originali c’è questo libro che ci porta a toccare con mano le idee che hanno fatto nascere i velivoli cosiddetti tutt’ala. Si parte dai primi progetti agli albori dell’aviazione fino ad intrufolarsi in tutti i meandri di modifiche, successi e fallimenti. Un libro che tratta un argomento aeronautico curioso, facendoci comprendere come si è arrivati ad esempio al bombardiere stealth B-2.

Un viaggio affascinante nel poco conosciuto mondo delle Ali Volanti, dal primo brevetto del 1910 alle realizzazioni statunitensi degli Anni ’60, per finire con il bombardiere stealth B-2 Spirit, in servizio oggi nell’USAF. La domanda alla quale hanno cercato una risposta progettisti di un po’ tutto il mondo, dagli albori del volo, è sempre stata una sola: come risparmiare peso in un aeromobile? E la risposta naturale è: “togliendo tutto il superfluo dalla struttura della macchina”. Poiché l’unico elemento davvero necessario per il volo è l’ala, molti progettisti si sono dedicati alla realizzazione di aeromobili tutt’ala. Il libro racconta le idee visionarie degli ingegneri tedeschi, gli esperimenti inglesi, gli studi dei russi e degli svizzeri, fino ad arrivare a colui che è considerato “il papà” delle ali volanti: Jack Northrop.

 

 

Inseguendo le ombre dei colibrì di Paolo Zambon

Viaggiare è un piacere per la mente, e nei regali di Natale economici questo libro vi farà fare bella figura perché non è solo un racconto di viaggio, ma soprattutto l’esperienza nell’incontrare persone nuove e popolazioni completamente diverse da ciò che immaginiamo.

 

 

 

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Nuovo Toyota C-HR GR Sport

Nuovo Toyota C-HR GR Sport a partire da 37.600 €

KTM 890 Duke 2021

KTM 890 Duke 2021: la nuova The Scalpel al prezzo di 10.700 euro

Hyundai i20 Hybrid Connectline

Offerte Hyundai Gennaio 2021: maxi rottamazione su tutti i modelli