Jaguar Land Rover Project Vector

Jaguar Land Rover Project Vector: guida autonoma dal 2021

I test su strada inizieranno nel 2021.

19 febbraio 2020 - 14:00

Jaguar Land Rover Project Vector è un veicolo a guida autonoma 100% elettrico, ovvero il progetto di mobilità urbana autonoma del costruttore britannico.

Jaguar Land Rover Project Vector fa parte di Destination Zero, un piano su grande scala per ridurre le emissioni, gli incidenti e ridurre il traffico, in questo caso con un veicolo elettrico a guida autonoma.

Project Vector misura circa 4 m di lunghezza, la batteria e la trasmissione sono integrate nel pavimento, lasciando il resto della cabina come spazio configurabile. Secondo Jaguar Land Rover Project Vector può essere usato sia per le consegne, come abbiamo visto nel caso del Nuro R2, ma anche per il trasporto dei passeggeri. Da questo punto di vista è interessante l’approccio di tipo flessibile, nato per risolvere una serie di problemi tipici degli ambienti urbani.

Se è vero che la concorrenza in questo settore è alta, soprattutto da parte di start-up nate un po’ ovunque, c’è da dire che il Jaguar Land Rover Project Vector dispone di un team che lavora presso il National Automotive Innovation Center dell’Università di Warwick. Il team si occupa proprio di “incubare” idee che riguardano sia la mobilità futura sia sull’infrastruttura necessaria per supportarla. I futuri viaggi in ambiente urbano saranno un insieme di veicoli di proprietà e condivisi, con accesso ai servizi a chiamata e ovviamente servizi di trasporto pubblico.

Project Vector non è solo uno studio teorico o un concept. Anzi, c’è la volontà di andare fino in fondo per valutare pregi ed eventuali criticità. Proprio per questo motivo le prove su strada verranno effettuate in collaborazione con le autorità locali di Coventry e delle Midlands, con i primi test che inizieranno nel 2021. Jaguar Land Rover Project Vector permette alla casa automobilistica inglese di collaborando con i più brillanti esponenti del mondo accademico, ma anche della catena di fornitura e dei servizi digitali, per creare sistemi di mobilità integrati e connessi, mattoni fondamentali per Destination Zero.

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Portabici da Gancio Traino Thule EasyFold XT 3

I migliori portabici auto per trasportare le biciclette in modo facile e sicuro

Riciclo delle batterie

Novak Djokovic ha ostacolato la produzione di batterie in Europa

Autovelox Lazio 8 14 novembre

Autovelox Lazio: tutte le postazioni dal 24 al 30 Gennaio 2022