Tantissime Tesla e Porsche sono andate distrutte a San Francisco

Robin Grant
12/01/2023

Tantissime Tesla e Porsche sono andate distrutte a San Francisco

Il maltempo estremo che sta colpendo la California non risparmia nemmeno le automobili, tanto che 40 vetture in riparazione all’Alioto’s Garage di San Francisco sono andate distrutte a causa delle inondazioni che hanno colpito la Bay Area la notte di Capodanno.

Una tempesta di pioggia che ha coinvolto anche Los Angeles, dove invece vittima è stata un’Audi RS3.

Le auto distrutte a causa della scarsa manutenzione cittadina

Secondo i proprietari di Alioto’s Garage, i fratelli Chris e Matt Alioto che nell’azienda si occupano di riparazioni, i problemi causati al garage e quindi alle auto contenute al suo interno sono colpa dell’amministrazione di San Francisco, che non si sarebbe occupata di una buona manutenzione. Stando ai due imprenditori, infatti, il garage non ha mai avuto problemi con l’acqua, nemmeno nei primi anni Duemila, quando la città californiana fu colpita dalle maree.

Tra i veicoli distrutti diverse Porsche, la Mercedes della moglie di Chris e “un sacco di Tesla“, per un totale di 40 vetture, per centinaia di migliaia di dollari causati al solo negozio a cui si aggiungono anche quelli delle auto, che dovranno essere rimborsati. Come ha dichiarato l’impiegata Chiara Callahan, l’acqua arrivava fino alla vita e conteneva anche diversi liquami.

La pioggia spinta dal vento ha fatto cadere i detriti negli scarichi che non sono stati mantenuti correttamente. I detriti sono stati responsabili della rottura delle porte avvolgibili in acciaio, consentendo al livello dell’acqua di aumentare così rapidamente” ha dichiarato Alioto al San Francisco Standard.

Non sono mancati i commenti negativi dei clienti scontenti che hanno perso le loro auto, e che si sono sfogati online usando i toni “pacifici” che il web conosce benissimo. Alioto, però, ha detto che tutti dovranno passare attraverso le loro compagnie assicurative per ricevere eventuali risarcimenti.

—–

Qui il canale  Telegram di Quotidiano Motori. Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche su FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.