tecnam p-volt

Rolls Royce e l’italiana Tecnam insieme per l’aereo elettrico P-Volt

Per l'aereo elettrico Rolls Royce collabora con Tecnnam con una importante realtà italiana dell'aviazione

14 marzo 2021 - 7:00

Rolls Royce e Tecnam ci credono, ed uniscono le loro forze. Il tutto per raggiungere un obbiettivo abbastanza ambizioso. Si tratta di consegnare alla compagnia aerea norvegese Widerøe, un aereo passeggeri completamente elettrico. Dovrà essere in grado di prendere servizio dal 2026 e soddisfare le esigenze del trasporto regionale a corto raggio.

La Norvegia ha sete di trasporto aereo che permetta di abbattere i tempi di trasferimento tra una città e l’altra e, al tempo stesso ha a cuore, almeno a parole, il rispetto dell’ambiente e l’utilizzo di qualsiasi tecnologia che possa essere ad emissioni zero. Anche perché, come abbiamo, visto l’economia dell’auto elettrica in Norvegia è finanziata dall’estrazione e vendita di petrolio.

L’idea di un aereo elettrico non è nuova, ma questa volta ci sono le basi per fare bene in maniera decisamente concreta e tangibile. Ecco allora la partenership che possa sfruttare l’esperienza di Rolls Royce per quanto riguarda lo sviluppo dei propulsori, visto che è già detentrice di record di velocità con motori elettrici. Ci sarebbe ovviamente Widerøe per garantire la fattibilità nel raggiungere gli obiettivi che il mercato del trasporto aereo esige ma soprattutto quella l’italiana Tecnam impegnata nel fornire un velivolo il più versatile possibile. Ricordiamo che proprio Tecnam è stata protagonista di una versione specifica per il trasporto aereo dei vaccini anti coronavirus a -86°.

Il velivolo designato per svolgere questo ruolo si chiama P-Volt ed è sostanzialmente un Tecnam P2012, capace di trasportare undici passeggeri, in chiave completamente elettrica. La Norvegia sarebbe un ottimo banco di prova a livello europeo considerando il fatto che la maggior parte dei voli svolti da Widerøe sono di distanza inferiore ai 275 km, ed in alcuni casi la durata di essi non supera i 15 minuti. L’aereo dell’ azienda italiana permetterebbe di valutare concretamente i benefici dell’utilizzo della propulsione elettrica, sfruttando al meglio le proprie capacità di atterraggio e decollo corto, ideali per le minuscole piste di molte località della Norvegia.

Il P-Volt è un fiore all’occhiello di Tecnam che ha curato lo sviluppo di batterie di altissima qualità per consentire le massime prestazioni, ed il minor tempo possibile al fine di preparare il velivolo tra un volo ed il successivo. I vantaggi che P-Volt porta in campo riguardano sia un risparmio nelle spese di esercizio, sia un abbattimento dell’inquinamento atmosferico ed acustico.

Al momento, sempre in collaborazione con Rolls Royce, l’azienda campana lavora anche ad un progetto parallelo, con motore ibrido. Il nome è H3PS, caratterizzato dall’accoppiamento di un motore a combustione tradizionale, sviluppato da Rotax con l’omologo elettrico di fattura Rolls Royce. L’esperienza di Widerøe costituirà un passo avanti importante per la diffusione di mezzi di trasporto “puliti” segnando la strada per il futuro anche nei riguardi di altre compagnie aeree europee.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

aereo decollo

I 7 errori più comuni quando si parla di aerei e aeronautica

seggiolino eiettabile

Cos’è e come funziona il seggiolino eiettabile degli aerei militari

jet-lag

Come combattere il Jet-lag da rientro grazie ai colori