Prezzi del metano impazziti: Assoutenti fa un esposto ad Antitrust

Gianluca Pezzi
07/10/2021

Prezzi del metano impazziti: Assoutenti fa un esposto ad Antitrust

La corsa dei prezzi del metano praticati presso i distributori di carburanti finisce all’attenzione dell’Antitrust. Assoutenti ha deciso infatti di presentare una segnalazione all’Autorità garante per la concorrenza affinché accerti le speculazioni che hanno contribuito a far raggiungere al metano il record di 2 euro al kg alla pompa. Conviene ancora? Qui tutti i pro e contro dell’auto a metano.

Oggi un pieno di metano costa agli automobilisti il 100% in più rispetto a inizio anno, con i prezzi alla pompa che sono passati da meno di 1 al kg a oltre 2 euro al kg in alcune zone del Paese. La corsa dei listini, tuttavia, non è determinata solo dal rincaro delle materie prime sui mercati internazionali, ma anche dalla speculazioni che interessano alcune aree in Italia dove i distributori di tale carburante operano in condizione di monopolio o quasi.

In Italia si contano infatti poco più di 1.500 pompe che erogano metano, ma la loro distribuzione sul territorio non è affatto omogenea: regioni come l’Emilia-Romagna, la Sicilia e il Piemonte, pur avendo una popolazione simile, da 4,3 a 4,8 milioni di residenti, contano rispettivamente 239, 52 e 98 distributori di metano. La Sardegna non dispone di alcuna pompa di metano, in Valle d’Aosta se ne conta solo 1 attiva mentre il Molise ne ha appena 5. Secondo Assoutenti è proprio la carenza di distributori sul territorio che fa sì che in alcune zone del paese i gestori operino in regime di oligopolio e in alcuni casi di monopolio, e l’assenza di concorrenza determina speculazioni sui prezzi finali che danneggiano i consumatori.

Tutto ciò mentre aumentano le immatricolazioni di auto a metano che, nel periodo gennaio–maggio 2021, sono aumentate del 27,5% rispetto al 2019, con la quota di mercato che ha raggiunto il 2,3% rispetto all’1,5% dei primi mesi del 2019. Qui, i prezzi di tutte le auto a metano a listino in Italia.

Assoutenti presenta dunque una segnalazione all’Antitrust, chiedendo di aprire un faro sui listini del metano in Italia e sugli squilibri che caratterizzano il mercato italiano e si riflettono negativamente sui consumatori.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram