Quanto costa un viaggio con Ford Mustang Mach-E da Monza a Rimini (e ritorno)

Robin Grant
02/04/2022

Quanto costa un viaggio con Ford Mustang Mach-E da Monza a Rimini (e ritorno)

Motore

Due elettrici da 351 CV

Autonomia dichiarata

540 km

Autonomia in autostrada

343 km

Quanto costa un viaggio da Monza a Rimini e ritorno sulla Ford Mustang Mach-E elettrica? Quante soste si devono fare per ricaricare?

Rispondo subito che viaggiare in elettrico è possibile, ma con qualche compromesso da accettare. Monza-Rimini e ritorno sono quasi 800 km, effettuati con la Ford Mustang Mach-E nella sua variante AWD con due motori elettrici da 351 CV e batteria da 99 kWh per 540 km di autonomia dichiarata. Ecco com’è andata, quanto mi è costato e quante soste ho fatto per ricaricare in elettrico.

Quanto costa viaggiare con la Ford Mustang Mach-E?

parere robin

 

Se state cercando la prova approfondita provate a dare un occhio al nostro test drive della Mustang Mach-E, perchè oggi parlerò quasi esclusivamente di “consumi” e di viaggi.

Partiamo allora  dai costi: le cinque ricariche effettuate in tutto il viaggio sono costate 101 euro. Non sono pochi, è vero, ma vanno divisi in due. I primi sono i costi strettamente legati al viaggio autostradale e al tratto Monza-Rimini-Monza, che ammontano a:

21,90 € per fare il “pieno” prima di partire, ovvero per passare dal 62 al 100% presso le colonnine Be Charge di Viale Lombardia a Monza, da 85 kW con costo di 0,50 €/kWh;
23,03 € per la prima parte del pieno di ritorno (5-50%) alle colonnine Be Charge di Piazzale Fellini, Rimini a 22 kW con costo di 0,45 €/kWh;
24,53 € per la seconda parte del pieno di ritorno (50-100%) alle stesse colonnine;
⋅ 19,54 € per la ricarica alle colonnine Free To X dell’area di servizio Secchia Est (A1 direzione Milano) da 350 kW al costo di 0,69 €/kWh.

Ford Mustang Mach E

A questo però si aggiungono i costi dei viaggi “interni”: nel mio weekend, infatti, non sono rimasto fermo nella città romagnola.

Ho visitato anche il suo entroterra fino a San Leo, a circa 30 km da Rimini, con fermata a Verucchio dove ho ricaricato per recuperare i km persi alle colonnine Be Charge sulla Strada Provinciale 15bis da 22 kW (0,45 € /kWh) per una spesa di 12 €.

Ford Mustang Mach E

In generale, ho speso meno di quello che mi sarebbe costato lo stesso viaggio con un’auto a benzina o diesel ai prezzi attuali; inoltre, il rifornimento all’area di servizio non era necessario, in quanto la Mustang è in grado di affrontare il percorso senza fermarsi, come ha dimostrato all’andata.

Ford Mustang Mach-E: con lei si viaggia bene

Tutte le caratteristiche che ho elogiato nella prova dedicata alla Mustang sono in questo viaggio mantenute. La vettura è molto comoda e spaziosa, con una buona insonorizzazione e una costruzione che trasmette robustezza.

La piacevolezza del viaggio è aumentata dal sistema audio sviluppato da Bang & Olufsen che rappresenta forse il migliore che abbia mai provato per qualità del suono, profondità dei bassi e distribuzione delle casse, che rendono tutto molto immersivo e tridimensionale.

Ford Mustang Mach E

A questo si aggiunge una divisione degli spazi molto buona, con grandi vani porta-oggetti antiscivolo dove poter riporre due smartphone, il portafogli, il telepass e altre cose utili quando si viaggia.

Ci sono prese USB di tutti i tipi per non scontentare nessuno, e anche dietro i passeggeri godono di non poche comodità. Anche il “Frunk” anteriore si rivela utile, non tanto per borse e zaini, che comunque ci stanno; quanto per riporre i cavi di ricarica, che così non ballano nel bagagliaio.

I sistemi di sicurezza e assistenza alla guida funzionano bene. Il Cruise Control adattivo arriva a fermare completamente l’auto e a farla ripartire, utile in caso di coda, come quella che noi abbiamo trovato al ritorno mentre è ottima la capacità dell’auto di adattare automaticamente la velocità quando cambiano i limiti.

Il difetto per me continua ad essere il display touch centrale da 15,5 pollici che per i miei gusti è troppo grande e un po’ dispersivo. Inoltre, il più piccolo display dietro il volante è a schermata statica, e dà solo informazioni su velocità e ADAS.

343 km a 120 km/h

Prima di partire, avevo impostato il percorso sull’app Charge Map, che mi aveva suggerito di fermarmi a ricaricare se avessi affrontato il percorso a 130 km/h, ovvero la normale velocità autostradale.

Ho voluto fare di testa mia, e alla fine la velocità media è stata di 120 km/h, con picchi a 130 in caso di sorpassi e in alcuni tratti, e 110 km/h nel tratto della tangenziale di Bologna e quello immediatamente successivo.

Alla fine sono riuscito ad arrivare a Rimini senza mai fermarmi a ricaricare, con una ricarica residua del 5% e 20 km di autonomia rimasti, dopo aver percorso 342,9 km. I consumi sono stati di circa 22,5 kWh su 100 km. Un valore molto buono per un’auto elettrica, e che certo nell’uso misto, o a velocità più basse, portano l’autonomia anche sopra i 400 km.

Al ritorno, come visto, mi sono fermato a Modena, più per mangiare che per ricaricare, visto che a causa di un incidente ho allungato il viaggio di quasi un’ora.

Ho trovato un lato positivo e uno negativo:

⋅ positivo il fatto che, almeno nel nord Italia, viaggi di piacere ma non di lavoro possono essere fatti anche in auto elettrica e senz’ansia. Rispetto al mio primo e sconsiderato viaggio in elettrico sullo stesso percorso, ora l’autostrada gode di due aree di servizio con colonnine Free To X (S. Zenone Ovest a Lodi direzione Bologna; Secchia Ovest/Est a Modena, in entrambe le direzioni), e anche Rimini e il suo entroterra hanno aumentato le colonnine.

Dispiace un po’ doversi frenare, quando si ha tra le mani un’auto da 351 CV.

A tal proposito, la Mustang Mach-E paga da una parte il suo peso, superiore alle due tonnellate, dall’altra i due motori elettrici. Non posso dirlo con certezza, ma se avessi fatto lo stesso viaggio con la Mustang Mach-E con singolo motore e batteria da 99 kWh, per un’autonomia dichiarata di 610 km, sarei potuto andare a 130 km/h, arrivando con la stessa percentuale residua, o un po’ di più.

Ma questo è tutto da verificare.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news