Segmenti auto: cosa sono, le differenze e i significati di a b c d

1 agosto 2020 - 13:00

Segmenti Auto: con le berline di Segmento D si inizia a fare sul serio

Il segmento D apre la serie di berline esclusivamente a 3 volumi di dimensioni medio-grandi, anche in questo caso proposte in una variante Station Wagon. I prezzi si alzano, e stanno praticamente tutti sopra i 25.000 euro ed è l’ultimo segmento ad essere condiviso da marchi generalisti e marchi premium. Le dimensioni si attestano tra i 4,40 e i 4,80 metri, sono molto spaziose per via del passo allungato. E, ovviamente, sono perfette per i lunghi viaggi, mentre in città la loro lunghezza le rende difficili da parcheggiare e scomode nelle manovre, specialmente nei vicoli più piccoli.

Si distinguono anche per un baule pronunciato, e sono anche quelle più diffuse nei parchi auto delle aziende, specialmente in quei lavori che richiedono frequenti e lunghi spostamenti. Tra gli esempi più noti, Ford Mondeo e Volkswagen Passat. Ma è anche questo un segmento molto ricco, che comprende: Skoda Superb, Peugeot 508 e il SUV 5008, Mazda6, Volkswagen Arteon, Audi A4 e A5, BMW Serie 3 e Serie 4, Mercedes Classe C, Jaguar XF, Volvo S60 e V60 e il SUV XC60, Alfa Romeo Giulia e il SUV Alfa Romeo Stelvio.

Commenta per primo